Vendita camping della Frasca, Scilipoti: “Valutiamo diritto di prelazione per Comune”

16 Gennaio 2021
  • 3
    Shares

In questi giorni sto incontrando molti cittadini allarmati circa la paventata offerta di vendita del camping della Frasca denunciata dall’Associazione Antonio Caponnetto.

Li ho rassicurati sul fatto che, come Onda Popolare, stiamo terminando di redigere una mozione urgente che presenteremo i primi della prossima settimana per far luce su questa vicenda.

Ma non ci stiamo limitando solo alla mozione. Infatti, grazie all’ausilio di consulenti amministrativi, stiamo valutando, la possibilità, di far esercitare al Comune di Civitavecchia una sorta di diritto di prelazione, per pubblica utilità, circa la compravendita in cui ARSIAL ha alienato nel 2014 l’area del camping in favore dei privati per la cifra di € 728.000,00 a fronte di una stima del 2004 di € 4.280.000,00. Tanto più che lo stesso Comune, in continuità amministrativa, ha sempre considerato quell’atto nullo.

Infine, stiamo anche valutando la possibilità di far convocare dalla Commissione Consigliare Ambiente il funzionario dell’ARSIAL responsabile del procedimento di compravendita del 2014, per spiegare il perché un bene (pubblico) stimato € 4.280.000,00 è stato alienato, dieci anni dopo, a privati con uno “sconto” di oltre € 3.500.000,00.

Sia ben chiaro a tutti che, come consigliere comunale democraticamente eletto e come civitavecchiese amante della propria terra, mi batterò, insieme ai miei compagni, in ogni sede affinché vengano tutelati i nostri beni universali nell’interesse generale del nostro territorio.”

Patrizio Scilipoti

Consigliere comunale di Onda Popolare

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo






  • 3
    Shares

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo