TIDEI: SETTANNI, SOLO UN VEICOLO DI BUGIE

24 Agosto 2019
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A giudicare dai like e condivisioni che riceve SETTANNI (con il contributo del “carro allegorico Casella”) vien da sé che la città percepisce un cambiamento nonostante le “fake news” del Colonnello e di pochi altri.
Al Colonnello di casa nostra vorrei dire che il dissesto non è un alibi ma quanto previsto dal TUEL quando un Comune, a fronte dei debiti non riesce a garantire i servizi essenziali alla comunità.
Questo è accaduto a Santa Marinella, certificato dalla Commissaria Prefettizia e che ha degli autori ben noti a cui Settanni non ha rivolto mai una critica , chissà perché!
L’intervento del Ministero per la gestione dei debiti (ripagati con mutui ventennali a carico del comune) e per il controllo dell’attività finanziaria dell’Amministrazione (onde evitare quanto già accaduto in precedenza), sono l’effetto della situazione di un Comune in DEFAULT certificato e non di un alibi come il Colonnello vuol far credere.
Per quanto concerne il Sevizio di Raccolta differenziata tutti sanno che a neanche 5 giorni dall’insediamento ho inviato tutte le carte a CANTONE (ANAC) per verificare la regolarità della nuova gara d’appalto e per capire se poter in qualche modo rescindere il contratto con la Società che sino ad oggi non ha di certo effettuato un lavoro eccellente.
L’affidamento provvisorio alla stessa GESAM è stato fatto da chi mi ha preceduto e dalla Commissaria Prefettizia , un servizio da costi elevati che ha determinato, purtroppo l’aumento della TARI che, per correttezza d’informazione non è altro che un’operazione matematica: più è costoso il servizio e maggiore è la TARI.
Per il prossimo futuro, accertata la regolarità della nuova gara (intrapresa dalla Giunta Bacheca), a differenza di chi ci ha preceduto provvederemo a controllare il rispetto del capitolato, punto per punto pretendendo un servizio ottimale nell’interesse esclusivo della città che determinerà sicuramente una diminuzione della TARI a carico dei cittadini.
Oggi , a scanso di equivoci va detto che la città, seppur con alti e bassi è più pulita grazie al lavoro eccellente della squadra comunale e dei volontari spesso coinvolti nelle operazioni straordinarie di pulizia.
Per il resto, solo il Colonnello non riesce ad ammettere la rivoluzione in atto. Pulizia e messa in sicurezza dei fossi dove sono sorte delle piccole oasi a testimonianza dello stato ambientale ottimo. Messa in sicurezza e ripristino di strade ammalorate, scuole ed impianti sportivi. Realizzazione di 40 nuovi loculi in soli 8 giorni e molto altro ancora. Sotto il profilo dei servizi, nonostante un organico di dipendenti comunali ridotto all’osso, da 117 a meno di 80, riusciamo a garantire il regolare funzionamento della macchina amministrativa.
Multiservizi, facciamo chiarezza. L’azienda aveva come obiettivo la riduzione di spesa di circa 200 mila euro oppure nuovi introiti per lo stesso importo per scongiurare la chiusura e licenziamenti. Un sacrificio alla stregua del Comune che in un anno ha risparmiato un milione rispetto alla gestione dell’Anno precedente. Probabilmente chi non è riuscito nell’obiettivo ha diffuso notizie false. La nuova gestione della Multiservizi operata dal Manager Andolfi riuscirà sicuramente a ripianare il disavanzo grazie ai nuovi servizi esterni che la municipalizzata è in grado di offrire: gestione parcheggi, cura e pulizia del verde.
Sotto il profilo dell’intrattenimento , possiamo contare oltre 100 eventi sul territorio, gratis che hanno visto il contributo della Regione Lazio, Lazio Crea, Enel ed altri sponsor che hanno scelto Santa Marinella perché in grado di vedere , a differenza di Settanni un cambiamento epocale nella città del sole, del mare, dei Presidenti della Repubblica e del buon cibo.
Settanni ad oggi non ha proposto una sola idea per questa città ma solo sterili polemiche mettendosi spesso al fianco di delatori e coloriti caroselli . Ad oggi non ha proferito una sola parola su coloro che sono gli artefici del dissesto lasciando a questo punto dubbi enormi su eventuali legami con chi ci ha preceduto.
Colonnello, esci dalla caserma, dalle polemiche ed ama questa città!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento