SICUREZZA E DECORO URBANO, REALIZZATA LA ROTATORIA ALL’INCROCIO TRA VIA MONTANUCCI, VIA BARBARANELLI E VIA LEPANTO

24 Novembre 2020
Condividi
  • 4
    Shares

Quando le istituzioni ed i servizi funzionano, il risultato è sotto gli occhi di tutti.
E’ solo della settimana scorsa l’intervento di questo Gruppo, in ordine alla regolamentazione del pericolosissimo incrocio stradale tra le vie Montanucci, Barbaranelli e Lepanto, con cui, nelle more della realizzazione di infrastrutture definitive, che con buona certezza, potrebbero richiedere tempi probabilmente non brevi, proponevamo rispettosamente all’Amministrazione, la realizzazione di una rotatoria, utilizzando dei new jersey in materiale plastico ed apponendo la segnaletica stradale orizzontale e verticale del caso.
Bene, in pochissimi giorni la nostra idea si è materializzata e, come si usa dire, è stato messo nero su bianco, ripristinando la sicurezza del luogo, precedentemente regolamentato da un vetusto impianto semaforico, andato oramai da tempo fuori uso.
Non possiamo che esserne soddisfatti e cogliere l’occasione per ringraziare a nome di tutti i cittadini, l’amministrazione comunale per il celerissimo intervento, ma anche per l’attenzione e la sensibilità dimostrata, ponendo la sicurezza al primo posto, prima di ogni altra cosa, nonostante le difficoltà burocratiche ed economiche che attanagliano gli enti locali, ascoltando peraltro, le proposte di semplici cittadini.
Stessa cosa, ci permettiamo di proporre, potrebbe essere realizzata alle intersezioni stradali tra la via Mediana e la via Benci & Gatti e tra la stessa via Mediana ed il viale Matteotti, ove peraltro, così ad occhio, potrebbero sussistere spazi più ampi e quindi più idonei, alla realizzazione di tali infrastrutture viarie, mandando così in pensione, i vecchi impianti semaforici, le cui manutenzioni presentano sicuramente costi rilevanti e dando così un senso di continuità, a tutta la Strada Mediana.
Ora, detto quanto sopra, gli automobilisti ed in conducenti dei veicoli tutti, dovrebbero fare la loro parte.
Cosa vuol dire?
Vuol dire che tanti di essi, nonostante dovrebbero aver superato un esame di guida e per questo essere in possesso di patenti, patentini e quant’altro, non hanno probabilmente ancora capito, o fanno finta di non aver compreso, come si impegna correttamente una rotatoria stradale.
Allora, senza presunzione alcuna, tutti insieme, proviamo con molta semplicità, a rinfrescarci memoria ed idee, anche in considerazione che gli incidenti stradali più gravi, con feriti gravi e morti, avvengono proprio in città ed agli incroci stradali e che il mancato rispetto delle norme sulla precedenza, può costare molto caro al responsabile dell’illecito.
In particolare, salvo più gravi reati, sanzioni amministrative che vanno da un minimo di € 163.00 ad un massimo di € 652.00, con la decurtazione da 5 a 6 punti dalla patente guida e, qualora lo stesso soggetto sia incorso nella medesima violazione in un periodo di due anni, per almeno due volte, all’ultima infrazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi.
Posto che la rotatoria cui stiamo facendo riferimento è la c.d. rotatoria alla francese o europea.
Infatti, tutte le strade che vi convergono prima di immettersi nell’anello, hanno segnaletica orizzontale e verticale di dare precedenza.
La prima regola, è quella che al suo approssimarsi, si deve necessariamente e saggiamente, moderare la velocità e non affrontare l’incrocio prepotentemente ed a folle velocità, o comunque immettersi procedendo incolonnati così come se i veicoli, fossero i vagoni di un treno.
Se al suo approssimarsi, nessun veicolo è presente all’interno dell’anello, vige la regola basilare della destra e cioè, ha la precedenza il veicolo che proviene dalla destra rispetto all’altro.
Qualora invece, siano già presenti veicoli all’interno dell’anello e cioè, che siano già entrati nella rotatoria, questi hanno la precedenza su tutti gli altri e, naturalmente, su tutti quelli che debbono immettersi nell’infrastruttura, che non possono che provenire dalla loro destra, in considerazione del senso di marcia circolare antiorario.
Quindi, riepilogando, chi deve entrare nell’anello di una rotatoria, dovrà prima accertarsi che nessun veicolo sia già al suo interno e tuttavia, qualora invece ve ne fossero, dare a questi la precedenza.
Inoltre, ogni spostamento di traiettoria, dovrà essere adeguatamente segnalato azionando gli indicatori di direzione. Quindi, si avrà l’obbligo di farlo, quando si dovrà uscire dalla rotatoria, o quando si cambierà il senso di marcia, anche se in questo secondo caso non sussiste l’obbligo, ma farà capire la vostra intenzione agli altri conducenti dei veicoli, evitando così possibili situazioni di pericolo.
Per altri generi di rotatorie, così dette miste, vigono invece, le prescrizioni imposte dalla segnaletica stradale di ogni singola circostanza, come ad esempio, nel caso della presenza di un segnale di stop, per il quale un conducente del veicolo, avrà in ogni concomitanza l’obbligo di arrestarne la marcia prima di impegnare la rotatoria, così come è previsto in un qualsiasi altro incrocio, verificando con attenzione, che nessun altro veicolo provenga dalla sua destra e dalla sua sinistra, per poi riprendere la marcia ed impegnare in sicurezza l’intersezione stradale, sgombrandola con celerità.

CIVITAVECCHIA – GRUPPO CIVICO INDIPENDENTE
SICUREZZA E DECORO URBANO
IL RESPONSABILE
Dr. Remo FONTANA

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo






Condividi
  • 4
    Shares

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo