Il consigliere Pasquale Marino (Lega) comunica che l’Amministrazione comunale sta lavorando insieme ad Autorità portuale e imprese private per proporre alla Regione Lazio e al Governo l’istituzione di un Distretto Energetico a Civitavecchia, secondo quanto previsto dal Pnrr e dal Green Deal Europeo con la realizzazione di impianti fotovoltaici anche nelle aree retroportuali e campi eolici off-shore. Iniziativa importantissima che consentirebbe alla nostra città di diventare un polo fortemente attrattivo per investimenti importanti nel campo delle attività industriali energetiche. Possibilità evidenziata dalla lettura del “Piano di transizione ecologica di Civitavecchia”, basato su studi dell’Università la Sapienza di Roma, che è stato adottato dalla Regione Lazio lo scorso mese di novembre. Il documento individua la nostra città come punto strategico per lo sviluppo economico territoriale incentrato sulla transizione ecologica. In base allo studio, la conversione della produzione energetica sarebbe incentrata appunto sull’utilizzo di rinnovabili e di accumulatori di energia, tutto a zero emissioni.

«Oltre al già importantissimo vantaggio ambientale e produttivo» ha dichiarato il consigliere Marino, l«a costituzione di una CER a Civitavecchia comporterebbe un indotto che potrà dare lavoro a oltre 1.000 persone».

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com