«Dopo aver messo a bando cento biciclette a pedalata assistita oggetto di opere compensative da parte di Enel, consegnate al Comune di Civitavecchia, con la conseguente gara andata deserta, abbiamo deciso, sentiti gli uffici comunali, di avviare un interlocuzione con gli enti pubblici che insistono sul nostro territorio, quali il Comune di Civitavecchia con tutti i suoi uffici, le associazioni di volontariato che svolgono una funzione pubblica e di interesse per i cittadini, il Tribunale e altre realtà che occupano personale anche pendolare per offrirle in comodato d’uso gratuito. In sostanza, visto che nessuno ha ritenuto di voler gestire questo tipo di servizio intendiamo offrire la gestione in comodato gratuito delle biciclette a quei soggetti pubblici che ne faranno richiesta, con l’impegno di menutentarle e di custodirle. In questo modo, tra l’altro, i fruitori di queste biciclette saranno responsabilizzati anche per quanto riguarda il posteggio delle stesse: in pratica, essendo ogni mezzo assegnato personalmente non si assisterà all’abbandono selvaggio come, purtroppo, molto spesso accade nelle città che hanno adottato il bike-sharing a noleggio. Ciò con l’obiettivo di agevolare anche il traffico e il raggiungimento degli uffici da parte dei dipendenti pendolari». Così il vicesindaco Manuel Magliani, assessore all’Ambiente del Comune di Civitavecchia.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com