Santa Marinella, Lunedì 5 Ottobre 2020 “Una Rosa per Norma”

30 Settembre 2020
Condividi
  • 2
    Shares

A Santa Marinella nella giornata lunedì 5 Ottobre alle ore 19,00, presso il Monumento ai Caduti, si svolgerà una commemorazione, per ricordare il martirio di Norma Cossetto.
L’evento denominato “Una Rosa per Norma”, si svolge sotto l’egida del Comitato 10 Febbraio in circa 100 città italiane ed è aperto a tutti coloro che intendono ricordare la storia della giovane istriana barbaramente uccisa dai partigiani titini. Un appuntamento non solo doveroso ma necessario perché, ancora oggi, siamo costretti a leggere dichiarazioni di negazionisti che mettono in dubbio tutta la vicenda.
Noi, a 77 anni di distanza dal suo martirio, ricordiamo l’attaccamento ai Valori della Patria di questa ragazza che pagò, con la vita, il suo amore per l’Italia.

Ricordiamo inoltre che già dalla mattina alle ore 11,00, la città di Civitavecchia ricorderà l’evento, con la cerimonia di intitolazione dell’anfiteatro del Parco Martiri delle Foibe proprio a “Norma Cossetto”.

La commemorazione a Santa Marinella, vedrà l’intervento del delegato del Comitato 10 Febbraio che descriverà la vicenda di Norma, inquadrata nel contesto storico nel quale si sono svolti i fatti.
Successivamente al minuto di silenzio, ai piedi del Monumento ai Caduti verranno lasciate alcune rose come simbolica testimonianza per il martirio della giovane studentessa istriana, uccisa – oltreché ingiustamente e in modo barbaro, da una banda partigiana di comunisti jugoslavi ed italiani – e poi gettata viva in una foiba.

Comitato 10 Febbraio – Santa Marinella

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo





Condividi
  • 2
    Shares

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo