Rugby, in casa CRC si aspetta lo start della stagione in serie A

17 Ottobre 2019
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gianmarco Orchi

Filippo Buscema

Un’attesa significativa ma che genera un grande entusiasmo. In casa CRC si aspetta lo start della stagione in serie A. Sarà un anno tutto da scoprire, anche e soprattutto per chi scenderà in campo. “Dopo aver militato nel Rugby Roma e nella Lazio ho giocato col CRC – esordisce Gianmarco Orchi-.  Il mio ruolo è il tallonatore, un compito molto tecnico. Spero di poter dare un importante sostegno alla squadra in questa stagione. Ritengo che il rugby sia uno sport di valore, che insegna tanto nella vita. Una disciplina sincera e leale. Per me il CRC è una grande famiglia. Il mio consiglio è quello di portare i propri figli e figlie a giocare al Moretti della Marta”. Filippo Buscema all’esordio col CRC parla del suo ruolo e dei suoi trascorsi. “Posso giocare come apertura, centro o estremo. Ci siamo allenati fin dal mese di giugno per conoscerci meglio, seguendo un importante schema tecnico-tattico, finendo il lavoro con la parte fisica. In carriera ho militato con la Capitolina Rugby, con il Mogliano, col Calvisano, nelle Fiamme Oro ed ora col CRC. Non ci sono delle grandi differenze negli allenamenti dalle altre squadre soprattutto dal punto di vista organizzativo. Il Crc dispone di due campi in erba ed una palestra oltre alle altre varie strutture. Questo permette di avere a disposizione uno spazio davvero congeniale per allenarsi e giocare a rugby.”


Lo staff della comunicazione
 
CIVITAVECCHIA RUGBY CENTUMCELLÆ asd


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo