pasquino

Pasquino: “Er giudizio”

5 Aprile 2018
Tempo di lettura: < 1 minuti

Le buche ne le strade e la monnezza,

L’erbaccia che nasconne er marciapiede,

Le luci spente che danno tristezza

A raccontallo manco ce se crede.

Nun vojo dì che adera ‘na bellezza

Ma de sicuro quello che succede

Ciaffonna sempre più ne la bassezza

E manco ‘no spirajo ormai se vede.

E nun ripete sempre er ritornello

Che la corpa adè solo der passato

Dopo quattr’anni nun c’è più l’appello

O vieni assolto o vieni condannato.

Er cittadino che sa usà er cervello

Guardanno in giro ormai t’ha giudicato.

Pasquino dell’OC

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo




WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo