Pallanuoto, la SNC ad un passo dall’impresa contro l’Anzio

19 Gennaio 2020
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

SNC CIVITAVECCHIA   9-10   ANZIO WATERPOLIS

Parziali: 0-2, 2-4, 5-3, 2-1

Civitavecchia: Visciola, Muneroni, Minisini, S. Ballarini, Checchini 1, Carlucci, Iorio 1, A. Ballarini, Romiti 5, Simeoni, Taraddei 1, L. Pagliarini 1, Mancini. All. M. Pagliarini.

Anzio Waterpolis: Conti, Perez, Di Rocco, Goreta 2, Costantini, Schettino, Siani 1, D. Presciutti, F. Lapenna 5, A. Agostini 1, Lucci, J. Colombo 1, Castaldi. All. Mirarchi.
Arbitri: Savarese e Schiavo.
Superiorità numeriche: Civitavecchia 2/7 + 2 goal su 4 tiri di rigore, Anzio 1/5 + 2 goal su 2 tiri di rigore.
Note: usciti per limite di falli Colombo (A) nel terzo tempo e Agostini (A) nel quarto tempo. Nel quarto tempo Romiti (C) fallisce un tiro di rigore.

Amarissima sconfitta, la terza consecutiva, per l’Enel Snc in serie A2. Al PalaGalli la squadra di Marco Pagliarini ha perso per 10-9 contro l’Anzio. Partenza tutta per il sette di Maurizio Mirarchi, che va avanti per 6-0. Poi la reazione dei rossocelesti, non particolarmente fortunati nei primi frangenti, anche per l’assenza di Castello, vittima di un attacco influenzale questa notte, e poi tornati ai loro standard successivamente. Grazie soprattutto ad una scatenato Davide Romiti, i padroni di casa rimontano e riescano a pervenire al pareggio.

Un paio di decisioni arbitrali dubbie e un gol riportano avanti gli ospiti, ma a poco più di un minuto dalla fine è proprio capitan Romiti a sprecare un rigore che poteva valere almeno il pari.

TRC

IL COMUNICATO DELL’ANZIO WATERPOLIS
Parte a cannone la squadra di Mirarchi. Subito in gol in superiorità numerica con bomber Goreta da posizione decentrata, poi Lapenna inizia la sua strepitosa giornata. Indomabile sui due metri segna la metà delle reti della squadra, è il faro ed il finalizzatore di straordinaria efficacia del team. La partita a metà secondo tempo sembra incanalata su una scontata vittoria esterna (0-6 a metà secondo quarto). Così non è. Il Civitavecchia tira fuori “gli artigli” e pian piano effettua un recupero tanto inaspettato quanto straordinario. E’ l’altro centroboa, l’ex di lusso Davide Romiti che fa da contraltare a Lapenna e letteralmente trascina il team Pagliarini non solo ad un graduale ma efficace recupero, ma al pareggio a metà ultimo quarto. “Esplode” Civitavecchia.
Sul 9-9 la partita diventa “open” per qualsiasi risultato. I nervi devono rimanere saldi per uscire bene dal Palagalli. La squadra di Mirarchi è anche malconcia nelle espulsioni. Fuori per limite di falli Colombo, Agostini, Siani e Perez gravati di due falli gravi. Non facile. Si va avanti a spezzoni ed il nervosismo diventa palpabile. A 2.59 dal termine Alberto Agostini si erge a mach winner della gara. Dai sei metri, subisce fallo. Veloce e cinico il suo alza e tiro che come un proiettile lambisce il palo interno basso alla destra di Visciola e riempie la rete, delineando il risultato che non cambierà fino alla fine. Non sfrutta l’ultima opportunità del pari il Civitavecchia ancora con Romiti che fallisce un tiro di rigore ad 1.32 dal termine. In generale bravo il Civitavecchia nel recupero ma troppo accomodante l’Anzio nel subirlo.
Waterpolo People

 


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo