Tarquinia, attesa per il primo consiglio comunale

18 Giugno 2019
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La prima assise dovrebbe riunirsi sabato e sarà presieduta da Federica Guiducci

 

TARQUINIA – Si terrà con ogni probabilità sabato, il primo consiglio comunale dell’amministrazione Giulivi. L’assise sarà presieduta dal consigliere più anziano prima dell’elezione del presidente del consiglio designato dalla maggioranza nella figura di Federica Guiducci. L’assise risulterà composta da dieci consiglieri più il sindaco in maggioranza e sei consiglieri all’opposizione.

Con la surroga degli assessori, già dimissionari, entreranno subito in consiglio comunale i primi dei non eletti di ciascuna lista. La composizione è dunque la seguente: cinque i seggi assegnati alla Lega, quindi Federica Guiducci, Mauro Bonifazi, Stefano Zacchini, Roberto Borzacchi e Stefania Ziccardi. Tre seggi per ‘’Noi con Tarquinia’’: Betsi Zacchei, Matteo Costa e Laura Amato. Due seggi per Futura: Federico Ricci e Gabriele Ciurluini. I componenti dell’opposizione sono invece: Gianni Moscherini, Alberto Riglietti (Fratelli d’Italia), Sandro Celli, Enrico Leoni (Democratici per Tarquinia), Maurizio Sandro Conversini e Andrea Andreani (M5S).

Con l’insediamento ufficiale del consiglio comunale la macchina amministrativa prende il via in maniera totale, anche con i lavori dell’opposizione pronta già a prendere posizione. È il caso di Sandro Celli che nei giorni scorsi ha espresso solidarietà al presidente della Stas Alessandra Sileoni dopo le dichiarazioni del sindaco che ne auspicava le dimissioni a seguito della sua candidatura a consigliere con il centrosinistra. La Sileoni dal canto suo ha chiarito che saranno i soci eventualmente a decidere. Intanto, invece, Moscherini ha fissato per domani una conferenza stampa.

Fonte Civonline



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento