Pasquino: Li differenti uguali

29 Novembre 2019

Li differenti uguali

Er sinneco de prima adera strano

L’incontravi pe’ strada o per mercato

E lo vedevi sempre assai incazzato

Pareva che dicesse: stai lontano.

 

Er sinneco de adesso adè er contrario

Saluta cor sorriso e fa er fichetto

Strigne le mano a tutti e dà er bacetto

Pare sempre che adè ‘n anniversario.

 

Mo si te devo dì chi preferisco

Me trovo m’hai da crede in imbarazzo

A me me pare ch’è lo stesso disco 

 

E che propone sempre er vecchio andazzo.

So’ uguali o so’ diversi nun capisco

Perché pe la città nun se fa un cazzo.

Pasquino dell’OC

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo




Lascia un commento

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo