Questa settimana tocca agli allenatori UNDER 16 e UNDER 18 fiammeoro/crc Andrea Gargiullo e Alessio Moretti.

 

Gargiullo.“Il rugbista in questo periodo si è fermato, sappiamo che per noi il contatto è tutto. Abbiamo comunque inviato dei programmi di allenamento ai ragazzi, qualcosa si è fatto ma il rugby vero si è bloccato ai primi di marzo. Speriamo di rientrare presto in campo e a poter fare il nostro”.

Moretti.“La parte che mi è mancata di più è l’attività sul campo con i ragazzi. Un conto è avere un contatto diretto, un conto è vedere le persone in video chiamata”.

Gargiullo.“Questo periodo mi ha permesso di riscoprire alcuni aspetti della famiglia, però ti senti che c’è un vuoto. L’adrenalina, l’emozione del campo, sono fattori importanti”.

Moretti.“Questa fase comunque ci sta rendendo più forti, i ragazzi capiscono cosa significa rispettare delle regole, seguire una certa disciplina”.

Gargiullo.“Il Rugby non potrà cambiare, le caratteristiche resteranno sempre le stesse. Non ci saranno stravolgimento nel nostro sport”.

Moretti.“I gruppi, civitavecchiesi e romani, si sono amalgamati bene. Gli staff hanno lavorato in modo ottimale nel far capire che era una squadra sola e non due entità distinte”.

Gargiullo.“Cambiare il target dell’età delle under? Potrebbe essere molto utile. Un’annata dispari è ok per recuperare questo anno”.

Moretti.“Io non sono d’accordo. Si rimanderebbe una crescita dei ragazzi, ma ci sarà comunque un confronto”.

Gargiullo.“Siamo pronti a rientrare ancora più carichi. Questo stop ci ha permesso di ritrovare le energie e pianificare un grande ritorno in campo”.

Moretti. “Il messaggio è sempre lo stesso, non mollare mai anche se la strada in salita. La tenacia ci deve sempre contraddistinguere”.

CIVITAVECCHIA RUGBY CENTUMCELLÆ asd

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com