Il romanzo di Marika Campeti premiato a Ladispoli

10 Dicembre 2018
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 Dopo essere stato premiato come finalista a Forte dei Marmi per Il premio internazionale Michelangelo Buonarroti, il romanzo di Marika Campeti “Il segreto di vicolo delle Belle” sale sul podio aggiudicandosi il terzo posto al Premio Letterario città di Ladispoli. La scrittrice romana, premiata dall’assessore alla cultura Marco Milani, ha ricordato sul palco che il romanzo è un progetto femminile, a partire dalla trama, che narra una storia di donne coraggiose, alla copertina, che ritrae l’opera “Il Segreto” della pittrice romana Barbara di Mauro, all’editore, donna cnhe lei, che ha creduto in una storia dove sono le donne ad essere protagoniste.

Il romanzo, disponibile a Ladispoli presso la libreria Scritti si svolge in tre epoche storiche diverse:

Il presenta di Sarah, una ragazza che arriva a Terracina per dimenticare ciò che le è accaduto in Marocco, immergendosi nella ricerca della verità sul passato della nonna. Il passato degli anni 90, epoca d’oro del turismo per Terracina che vede protagonista Sofia e un mistero da svelare, un fratello gemello scomparso durante il bombardamento angloamericano del 4 settembre 1943. Sofia è una bellissima donna sulla soglia dei 50 anni che nella sua ricerca della verità troverà qualcosa di assolutamente inaspettato.

Il bombardamento del 1943 che vede protagoniste Nina e Rosa : due donne opposte, sia per lo stile di vita che per il carattere. Cinica e calcolatrice l’una, ingenua e buona l’altra. Loro vivranno sulla loro pelle, la solitudine e il coraggio che il genere femminile dovette affrontare, quando nel periodo di guerra, le donne rimasero da sole, senza la protezione dei loro uomini.

Il passato e il presente si mescolano attraverso l’amore e il dolore di queste quattro protagoniste, apparentemente non collegate tra loro, ma le cui vite sono intrecciate in modo indissolubile da un segreto che ha modificato per sempre la loro storia. Un ritmo narrativo fluido arricchito da preziose descrizioni dei luoghi, un magistrale uso del flashback, una sequenza di colpi di scena che si dispiegano l’uno dopo l’altro verso un finale che lascerà il lettore con la certezza di aver vissuto un’esperienza di lettura unica.

Le parole dell’autrice “Sono davvero contenta di essere stata premiata a Ladispoli, il premio letterario è stato organizzato in modo esemplare, i romanzi erano di altissima qualità, e faccio i miei complimenti alla vincitrice del primo premio, donna anche lei. Sono soddisfatta che sul podio ci sono due donne, perché scrivere per chi ha una famiglia, un lavoro e una casa da mandare avanti, è ancora più difficile, è una passione che va oltre tutto, oltre la stanchezza e i doveri quotidiani. Una sorpresa bellissima che hanno fatto gli organizzatori del premio, è stata donare tutti i libri che erano pervenuti per partecipare al concorso, un modo per avvicinare le persone alla lettura, davvero una magnifica idea. Grazie”.

 



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •