IL NEMICO INVISIBILE di Alessandro Spampinato (2^ parte)

31 Maggio 2020

(continua dall’edizione precedente)

Il virus va combattuto sì, ma con intelligenza. Cerchiamo di non dimenticare che alla fine degli anni ottanta noi eravamo la quarta potenza economica del mondo e avevamo l’eccellenza nella sanità e nella ricerca. Nel 2020 ci siamo trovati impreparati sotto ogni punto di vista e ora siamo sull’orlo di una crisi senza precedenti e come popolo costretti a chiedere l’elemosina all’Europa che elegantemente ce la nega infliggendoci prestiti con interessi che ci indebiteranno per generazioni. Non dimentichiamo chi siamo come popolo e come individui! Noi siamo stati il centro della cultura, dell’arte e della scienza nella storia dell’umanità. Questo virus invisibile ha due facce, una si chiama Covid-19 l’altra si chiama Finanza con le sue lobby occulte, rapaci, predatorie, criminali e senza scrupoli. Anche se all’interno del nostro popolo ci sono infiltrazioni cancerose di questi personaggi noi siamo e rimaniamo un popolo portatore di principi e valori sani quali la famiglia, il lavoro, l’amicizia e la solidarietà e abbiamo gli anticorpi per sconfiggere da soli questi nemici invisibili senza aspettare che ci uccidano e ci depredino per sempre. Siamo e restiamo persone sane, resilienti e con capacità creative e inventive incredibili che ci hanno resi famosi in tutto il mondo e nella storia. Non dimentichiamo chi siamo! E’ questo il momento di un risveglio spirituale e sociale, di essere uniti per guarire da questa malattia e ritornare a vivere e realizzarci per come siamo capaci soltanto noi italiani! Siamo ancora vivi e dobbiamo unirci per rinascere dalle nostre stesse ceneri sui nostri valori di sempre e con l’umanità che ci contraddistingue. Non invitiamo Dracula ad entrare in casa nostra perché succhierà il sangue nostro e dei nostri figli.

(fine)

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo




Lascia un commento

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo