DALLA PAURA AL CORAGGIO di Alessandro Spampinato (2^ parte)

29 Marzo 2020
Condividi
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

(continua dall’edizione precedente)

Chiaramente stiamo parlando di persone sane, integre, con capacità assolutamente normali, ma che vivono una condizione di ossessione e fobia così intensa da far loro perdere la luce della ragione. In questi casi la psicoterapia è la via per ritrovare l’equilibrio e la salute. Possiamo dire che quanto più ci teniamo a noi stessi tanto più ci accorgiamo dei pericoli. Tanto più ci affidiamo all’istinto tanto più abbiamo la necessità di usare il controllo del nostro corpo, dei nostri stati d’animo e dell’ambiente per garantirci la sopravvivenza perdendo di vista la ragione e la realtà. La paura sana è una risposta perfetta di una persona che si vuole bene e ci tiene a sé. Ma quando ci si ossessiona alla salute e alla sopravvivenza, quando ci si vuole troppo bene si rischia di alterare il sistema di equilibrio e protezione scivolando nella patologia finanche nella codardia e nella viltà. Congelati dalla paura si può arrivare a temere la vita stessa e chiunque o qualsiasi cosa. La paura dà anche la misura del nostro coraggio, tema che affronteremo nel prossimo articolo. Il coraggioso prova paura, ma la vince! La paura può quindi essere paragonata ad una porta che, se rimane chiusa ci sequestra nel nostro ego abitato da fantasmi e mostri terrificanti, ma se la apriamo ci libera verso la conoscenza di ciò che esiste oltre noi stessi e ci mette in relazione alla vita con le sue infinite opportunità e meraviglie. Se apriamo quella porta entriamo in relazione con la verità che ci rende persone degne e libere. Nel futuro i temi della paura e del coraggio diventeranno sempre più intrusivi e pressanti dal momento che il mondo sta ormai prendendo la direzione di un gigantesco villaggio globale. L’esperienza del coronavirus lascerà nella nostra memoria un ricordo indelebile che siamo tutti ormai incredibilmente collegati. Non ci sono più confini, dogane e barriere. Le persone come le merci e così anche le malattie, i batteri e i virus circolano ovunque e in brevissimo tempo. Siamo già nel futuro e conviene entrarci con le consapevolezze giuste.

(fine)

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


Condividi
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo