logo sicurezza stradale Mauri

SICUREZZA STRADALE. L’ISTITUTO ALBERGHIERO DI LADISPOLI VINCE CON UN CORTOMETRAGGIO DEDICATO A DANIELE NICA

7 Maggio 2018
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“I CORTI DI MAURI”: UN CONCORSO PER RIFLETTERE SUL TEMA DELLA SICUREZZA STRADALE

L’Istituto Alberghiero di Ladispoli protagonista del concorso “I corti di Mauri”, promosso dall’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio e dalla Fondazione Onlus “Maurizio Cianfanelli”, per sensibilizzare gli studenti sui temi della sicurezza stradale e del rispetto delle regole.

Responsabile del Progetto la Prof.ssa Rosa Torino, Docente di Diritto dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli.

Per la Categoria “Scuole Superiori”, l’Alberghiero Di via Federici è risultato vincitore, insieme al Liceo Artistico di Rieti.

La Classe V Sala, coordinata dalle Docenti Rita Colucci, con la collaborazione delle Prof.sse Sara Leonardi e Mariagrazia Vasta, ha realizzato un cortometraggio dedicato a Daniele Nica, studente dell’Istituto prematuramente scomparso all’età di 16 anni, la notte del 9 luglio 2016.

Il giorno 15 maggio, alle ore 10, presso l’Aula Magna dell’Alberghiero in via Federici a Ladispoli, sarà proiettato il video vincitore del concorso, alla presenza della Dirigente Scolastica Prof.ssa Vincenza La Rosa, del Sindaco di Ladispoli Alessandro Grando, dell’Assessore comunale a Personale, Sicurezza, Polizia locale, Mobilità e Trasporti Amelia Mollica Graziano, del Comandante della Polizia Municipale Sergio Blasi, dei genitori e dei compagni di classe dell’allievo.

Questi i nomi degli studenti vincitori:

Marian Allam, Aurora Arleo, Arianna Capomaggi, Simone Casaccia, Lorenzo Cungi, Alessia Feliziani, Stefano Mastropietro, Camilla Morasca, Chiara Petronio, Yuri Rasicci, Ilaria Romano, Lorenzo Scapeccia, Elisa Sibio, Veronica Tramacere, Francesca Vinci, Asia Zappone.



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •