Scuola e Covid, a Tolfa e Allumiere sindaci pronti ad aprire le porte delle scuole

13 Settembre 2020
Condividi
  • 2
    Shares

Ad Allumiere istituti aperti tranne quelli interessati dalle votazioni per il referendum. A Tolfa ripartenza in sicurezza.

Domani la campanella suonerà anche in collina.

Ad Allumiere scuole aperte, tranne quelle interessate dalle votazioni referendarie. «Ad Allumiere si riapriranno le scuole: abbiamo rispettato i tempi indicati dal Ministero. È un grande risultato merito della collaborazione tra l’amministrazione comunale e l’istituto scolastico”, afferma il sindaco di Allumiere, Antonio Pasquini, il quale con soddisfazione spiega che: “Abbiamo sistemato tutti i locali che sono perfettamente adeguati, messi a norma e sanificati. Un risultato raggiunto in piena sinergia tra l’amministrazione comunale e l’istituto scolastico, rappresentati nelle persone dell’architetto municipale Alessandro Pioli, dell’assessore alla Pubblica istruzione Tiziana Cimaroli e della dirigente scolastica Laura Somma. E’ pronto anche il trasporto scolastico con la definizione del calendario per le relative corse. Logicamente la scuola di piazza Turati resterà chiusa, come in tutta Italia, in occasione del referendum e la riapriremo dopo opportuna sanificazione. Sono felice del risultato raggiunto: siamo pronti per tornare a scuola”. Il primo cittadino spiega poi che: “Così come concordato tra il funzionario comunale arch. Pioli Alessandro e la dirigente scolastica Prof. Somma Laura, presso il plesso scolastico di viale Garibaldi sono terminati i lavori per adeguare le classi alle disposizioni anti Covid-19; i collaboratori scolastici hanno completato le pulizie e la disposizione dei banchi nel rispetto del distanziamento. Ieri abbiamo proceduto con la sanificazione dei due plessi scolastici”. Soddisfatta anche l’assessore Tiziana Cimaroli, un’amministratrice che è anche un’insegnante e che ha svolto veramente un grande lavoro apprezzato da tutti, riuscendo a risolvere anche molte difficoltà. “Lunedì suonerà di nuovo la campanella per docenti e ragazzi che non vedono l’ora di tornare alla normalità, nei limiti del possibile – evidenzia l’assessore Cimaroli – siamo pronti a ripartire, in osservanza delle precauzioni imposte dal Miur. In questi ultimi mesi i plessi di Piazza Turati e di via del Faggeto sono stati oggetto di alcuni interventi, nel rispetto delle norme anti Covid. In questo senso è stato prezioso il lavoro sinergico con il dirigente scolastico, Laura Somma, che ringraziamo di cuore insieme all’architetto Alessandro Pioli. Ora si riparte, nella speranza che questo nuovo anno scolastico sia più sereno rispetto al precedente”. L’assessore Cimaroli poi invia un messaggio: “Agli alunni, ai docenti e al personale Ata auguriamo un nuovo anno ricco di stimoli e positive novità. Alle famiglie chiediamo ancora una volta il supporto indispensabile che non è mai venuto meno, per aiutarci in questo nuovo percorso formativo”. Anche il sindaco Pasquini ci tiene a inviare un messaggio per l’occasione: “Carissimi studenti, famiglie, docenti, personale Ata invio a voi oggi un messaggio di speranza e di fiducia: lunedì riapre la scuola e lo faremo in piena sicurezza. Dal canto nostro, in collaborazione con la dirigente Somma, abbiamo lavorato per far sì che possiate tornare con sicurezza a scuola nel pieno rispetto delle normative del distanziamento. Sarà un anno particolare che vedrà riaprirsi le scuole dopo tanti mesi di chiusura, purtroppo però i nostri bambini non ritroveranno la normalità: li aspetta un anno difficile. Alunni, insegnanti, personale ATA, ma anche a tutte le famiglie tutti dovremmo essere più accorti, non si può peccare di superficialità, bisogna essere sempre allerta. Agli insegnati e ai bambini si chiede il sacrificio più grande: dovranno stravolgere il modo di insegnare di imparare, ma anche di convivere nella struttura scolastica con l’obbligo delle mascherine e del distanziamento. Invito tutti, docenti, personale scolastico e famiglie insieme a noi dell’amministrazione comunale a collaborare per la sicurezza di tutti. Sono, però, fiducioso perché vedo che la nostra comunità allumierasca finira è stata seria e rispettosa delle regole e, come tutti ci siamo impegnati fino ad ora per mantenere la sicurezza, sono certo che si continuerà anche durante questo anno scolastico che al momento appare tempestoso. Mi auguro che non ci sia un nuovo lockdown e che si ritorni presto alla normalità. Buon anno scolastico a tutti con la certezza che camminiamo verso la rinascita e che insieme tutto si può”.

Anche a Tolfa da domani ripartono le scuole, grazie all’ottimo lavoro della giunta Landi in collaborazione con la dirigente scolastica dell’IC Tolfa, Laura Somma. “A maniche rimboccate lavorando a pieno ritmo abbiamo completato tutti gli interventi e quindi lunedì a Tolfa si apriranno le porte dei vari plessi scolastici e riprenderà l’attività didattica – annuncia con soddisfazione il sindaco Luigi Landi – siamo riusciti a portare a compimento tutti i lavori previsti: nella scuola elementare di Tolfa abbiamo rifatto il tetto, messo in sicurezza cornicioni e gronde; è stato effettuato il rifacimento del piazzale del giardino di circa 600 metri; abbiamo realizzato nuovi bagni e acquistato armadietti per la scuola materna; abbiamo acquistato scaffalature per biblioteca e svolto l’indagine diagnostica dei solai. Per il plesso di Santa Severa nord abbiamo proceduto con il controllo e la sostituzione delle corde avvolgibili, delle maniglie delle porte e la porta uscita di sicurezza; abbiamo concluso l’allaccio dell’acqua diretta Acea e ripristinato con sostituzione pezzi per l’erogazione dell’acqua nel giardino dal rubinetto esterno, della palestra e fatto il controllo di tutti gli scarichi e flessibili dei rubinetti, delle luci esterne in giardino; fatto il controllo e la sostituzione dei fari nel piazzale della scuola, la sistemazione dell’impianto per l’irrigazione e cambiate le prese interne al locale termico nonché completate opere murarie di ripristino. Nel plesso della scuola media abbiamo concluso i lavori di sistemazione esterna e nei prossimi giorni sistemeremo la seconda entrata per evitare accumulo di acqua. Abbiamo poi acquistato per i vari plessi: armadietti per l’asilo e la biblioteca; le panchine; i tavoli per la mensa; oltre 900 mascherine; i registri e la cancelleria, nonché i disinfettanti”. Il primo cittadino ha poi scritto un messaggio per l’apertura della scuola: “Cari alunni, docenti, operatori scolastici e genitori, dopo circa sette mesi il ritorno a scuola stimola alcune riflessioni: da una parte ci riporta ad un ritorno alla normalità, una sensazione che tutta la nostra comunità attendeva da tempo; dall’altra ci chiama ad uno sforzo ulteriore che si somma a quanto fatto in questi mesi di emergenza covid. Negli ultimi periodi abbiamo lavorato intensamente accanto all’istituzione scolastica, che ha svolto un enorme lavoro e che ringrazio, per farci trovare pronti al primo suono della campanella. Durante tutta l’estate i nostri edifici scolastici sono stati oggetto di numerosi interventi sia strutturali che organizzativi, a garanzia della sicurezza di tutti coloro che vivranno questi spazi e, dal 14 settembre, siamo pronti a riprendere il percorso formativo con tutte le precauzioni imposte dal ministero e dalle autorità sanitarie. L’amministrazione comunale è e sarà al vostro fianco: insieme alla dirigente scolastica monitoreremo giorno dopo giorno la situazione al fine di prevenire qualsiasi eventuale criticità. Ci sono ancora cose da fare che sono in programma e altre che sono in attesa di finanziamenti per con
cludere un percorso di interventi che in questi anni è stato importante e consistente. Vi auguro un buon inizio di anno scolastico”.

Civonline

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo





Condividi
  • 2
    Shares

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo