TARQUINIA – Si è svolta questo weekend l’attività di scouting dei milanesi Ridden Riders, il cui gruppo organizzatore è arrivato venerdì notte. I ragazzi sono stati accolti da Fabio Gagni di SeAmiTarquinia, e hanno studiato il territorio per pianificare i prossimi tour, esplorando strade, cercando punti panoramici, visitando alcune aziende. Spiega Gagni: “In questi mesi abbiamo già avuto altri motociclisti per fare scouting, dunque eravamo pronti a soddisfare ogni loro esigenza; tuttavia, questi sono i ragazzi venuti da più distante, e diciamo con una punta di orgoglio che non è da tutti avere un territorio capace di stupire e far letteralmente innamorare persone abituate a fare tour sui laghi dell’alt’Italia, in Liguria, in Toscana, in Emilia Romagna. Ennesima prova che Tarquinia non teme rivali in quanto a bellezze”.
I ragazzi dell’interland milanese hanno fatto 120 GB di riprese, essendo arrivati attrezzati con videocamere, telefoni e gopro. L’obiettivo è portare mototuristi in zona, ma anche accrescere l’interesse per la cittadina, sfruttando l’entusiasmo delle narrazioni di questi gruppi sui social e l’enorme utilizzo del passaparola tra riders. Conclude Gagni: “Sono mesi che stiamo lavorando per questo, aiutati da vari concittadini, tra comunicazione mirata, contatti ed incontri: i primi di marzo verrà un gruppo con Royal Enfield e poi avremo vari appuntamenti scaglionati per tutta la primavera. Siamo convinti che scommettendo su questo particolare target di turisti diventeremo una meta gettonata, con effetti positivi per tutti”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

Lascia un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com