manunta

Taxi e NCC, Manunta: “La Attig nemmeno si è accorta che il regolamento non è stato votato”

28 Febbraio 2017
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Mi dispiace dover replicare alla sindacalista UGL Fabiana Attig, che prima di lanciarsi in aspre critiche non si è neanche accorta che il consiglio metropolitano di cui faccio parte, non ha votato la delibera in questione ma ha rinviato la discussione e la votazione alla prossima assemblea.

La Attig si lancia quindi in una lunga serie di critiche su un qualcosa che non è neanche stato votato e che potrà essere modificato.

Mi dispiace che, da un ruolo importante come quello del sindacato, arrivi una tale strumentalizzazione.

Il nuovo regolamento metropolitano infatti non andrà a toccare le licenze già rilasciate ma vuole mettere ordine in quelle che dovranno essere rilasciate.

Discorso parzialmente diverso per il regolamento comunale che si andrà presto a rivedere, grazie al buon lavoro dell’assessorato guidato da Enzo D’Antò. Dopo i vari passaggi burocratici, e dopo aver ottenuto il voto favorevole della consulta degli organi di settore, nel prossimo consiglio comunale si autorizzeranno 34 nuove licenze NCC ed 1 dei taxi. Autorizzazioni che la nostra città attendeva da anni e che verranno distribuite tramite regolare bando pubblico.

Respingo quindi le accuse della Attig al mittente e la invito quanto meno ad informarsi con attenzione su ciò che avviene in assise prima di lanciarsi in strampalate accuse”.

Lo ha comunicato Matteo Manunta, Consigliere Area Metropolitana M5S.

 


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo