Igiene Urbana, la Raccolta Differenziata Porta a Porta frutta a Cerveteri 365mila euro di ricavi

17 Marzo 2021

L’Assessora Elena Gubetti: “un risultato che premia il lavoro di questi anni sul recupero dei rifiuti”.

“Attuare una corretta e virtuosa raccolta differenziata porta a porta nel territorio comunale di Cerveteri è stato, sin dal precedente mandato, uno dei punti cardine dell’azione della Giunta e del mio incarico all’interno dell’Amministrazione. I dati, in termini di rifiuti correttamente differenziati e di introiti economici derivanti dalla vendita del materiale di riciclo testimoniano come la città stia collaborando alla rivoluzione virtuosa che stiamo portando avanti nella gestione dei rifiuti. L’ultima analisi completa giunta agli Uffici comunali relativamente gli introiti maturati dalla vendita di rifiuti riciclabili segna infatti un ‘+366.094,75 euro’, provenienti dai contributi CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi nel Piano Economico Finanziario 2021 relative al bilancio consolidato 2019”.

A darne notizia è Elena Gubetti, Assessora alle Politiche Ambientali del Comune di Cerveteri.

“In questi anni sul settore della gestione dei rifiuti è stata attuata una vera e propria rivoluzione nella nostra città – spiega l’Assessora Gubetti – abbiamo attuato in tempo record l’estensione a tutto il territorio comunale del sistema del porta a porta raggiungendo in brevissimo tempo il 70% di raccolta differenziata e siamo tra i primi comuni del Lazio a introdurre la Tarip. La Tariffazione Puntuale dei Rifiuti che si fonda sul criterio della minimizzazione dei rifiuti indifferenziati e sul principio dell’equità: la tariffa non sarà più calcolata sulla base della superficie dell’abitazione e del numero dei componenti familiari, ma sarà definita, oltre ad una quota fissa, in base alla quantità dei rifiuti prodotti. Un’incentivazione economica che stimolerà una maggiore consapevolezza dei cittadini verso comportamenti virtuosi; la progressiva riduzione della produzione di rifiuto secco non riciclabile da avviare a smaltimento e il naturale incremento della percentuale di raccolta differenziata e di recupero della materia”.

“È fondamentale in questo momento – prosegue la Gubetti – che tutti gli utenti continuino a collaborare. Ricordo a tutti che è obbligatorio dotarsi dell’intero kit dei mastelli, perché tutti i rifiuti esposti in buste senza il mastello, in sacchi neri,  e le esposizioni in giorni diversi da quelli previsti, sono considerati conferimenti errati e dunque i rifiuti non verranno raccolti, portando anche a sanzioni economiche nei confronti dei trasgressori”.

“Invito pertanto – conclude la Gubetti – tutti i cittadini a mettersi in regola con la dotazione dei mastelli a continuare nel differenziare sempre più e sempre meglio i propri rifiuti. Ne beneficerà il territorio e soprattutto i costi in bolletta”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo



Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com