bambolina

“Bambolina” in scena al Nuovo Sala Gassman

3 Aprile 2017
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

BAMBOLINA, in scena l’8 aprile alle 21:00 e il 9 alle 19:00.

Quante possibilità ci sono di venire fuori dalla propria realtà? Realtà fatta di supremazie psicologiche, amici interessati solo ad “un’altra botta”, dipendenza dalla droga, nuclei familiari inconsistenti che si riducono al singolo individuo.

Pochissime possibilità.

Questo Genny di Napoli lo sa benissimo, lo ha sempre saputo. Ma quando incontra Nicole intravede uno spiraglio di salvezza, un’ancora a cui aggrapparsi per non andare giù, lì in fondo, dove fa così paura guardare.

Genny chiede a Nicole di andare a Napoli con lui, a portare luce e colore nel grigiore della sua casa/loculo in cui si sotterra giorno dopo giorno.

Ma il sogno svanisce in quella realtà.

Il gioco diventa pericoloso.

L’amore viene soffocato.

Lello è il deus ex-machina che arriva a distruggere quella opportunità in cui Genny aveva sperato. Poliziotto corrotto, conosce sia le regole della strada che quelle dello stato e su entrambe basa la tessitura della sua trappola nella quale rimarranno impigliati Genny, Nicole ed infine anche il fidato amico Peppe.

Una rivisitazione Pop del classico “Isso, essa e ‘o Malamente”, un interno/inferno che esplode di violenza, come le Botte di Robba che tracciano lo schianto allucinatorio dei personaggi.

regia Gianni Spezzano
con Ivan Castiglione, Cristel Checca, Rocco Giordano, Adriano Pantaleo
Scenografia: Dino Balzano

Light Designer: Andrea Burgaretta

Costumi: Giovanna Napolitano e Fabric Factory Atelier

Organizzazione: Elisa Purpura

Collaboratori artistici: Martina Giuliani e Mario Paradiso jr

Realizzazione Scene: Ilaria Paduano e Tiziana Cozzolino

Produzione: Cerbero Teatro

Co-Produzione: Fondazione Campania dei Festival

 



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE


lL PROGRAMMA PER IL MESE LUGLIO DI “ARTE… IN CENTRO”
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •