A Cerveteri nasce il primo Centro Antiviolenza per combattere la violenza sulle donne

8 Giugno 2022

Il servizio sociale pubblica il bando per l’affidamento del servizio. Scade il 27 giugno alle ore 12:00.

A Cerveteri nasce il primo Centro Antiviolenza territoriale, per combattere la violenza sulle donne. Un servizio di accoglienza e supporto alle donne e ai loro figli minori, vittime di violenza o che si trovino esposte a minacce di ogni forma, indipendentemente dal luogo di residenza. Questa mattina il Comune di Cerveteri ha pubblicato il bando per l’affidamento del servizio che avrà un costo omnicompensivo di 67mila euro.

“Il Centro Antiviolenza è uno spazio indispensabile sul quale abbiamo lavorato intensamente – dichiara il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – e finalmente, grazie a un finanziamento della Regione Lazio anche la nostra città può vantare un servizio come questo. Ringrazio l’Assessora Regionale alle Politiche Sociali Enrica Onorati, che ha risposto prontamente alla nostra richiesta consentendoci di ottenere il finanziamento necessario”.

“È una vergogna che ancora oggi i casi di violenza contro le donne siano all’ordine del giorno – prosegue Pascucci – come Amministrazione comunale da anni ci battiamo con iniziative e progetti finalizzati a contrastare questo fenomeno inaccettabile, radicato e trasversale alla nostra società. In tutti questi anni il nostro territorio ha potuto fare affidamento su una fitta rete di Associazioni, che hanno lavorato per mantenere aperto lo Sportello Antiviolenza e che hanno fatto un capillare lavoro di sensibilizzazione all’interno della città, chiedendo a gran voce la nascita di questo Centro e ringrazio tutte le donne che fanno parte di questa rete importantissima”.

“Abbiamo voluto fortemente che questo fosse un centro territoriale, non solo a disposizione delle Donne del Comune di Cerveteri ma anche di tutto il Litorale – continua Pascucci – per questo, in fase di presentazione della richiesta di contributo, abbiamo informato il Comune di Ladispoli offrendo la nostra disponibilità affinché il centro che sta per aprire fosse di riferimento per entrambi. Ringrazio tutto il personale del nostro Servizio Sociale, ed in particolar modo la Dottoressa Giorgia Medori e il Dirigente Dottor Antonio Lavorato per il grande lavoro svolto”.

Sono ammessi a presentare la propria candidatura alla gestione del centro, Associazioni e Organismi prive di scopo di lucro che siano iscritte agli Albi/registri regionali del volontariato, della promozione e della cooperazione sociale o iscritte ai registri regionali delle Onlus presso l’Agenzia delle entrate, che abbiano all’interno del proprio Statuto i temi del contrasto alla violenza di genere, del sostegno, della protezione e dell’assistenza delle donne vittime di violenza e che abbiano collegamenti con le case rifugio presenti sul territorio regionale.

Tra le attività richieste dall’avviso pubblico, che il centro sia aperto almeno 5 giorni alla settimana, compresi i giorni festivi e che abbiano un numero di telefono dedicato attivo 24 ore su 24, anche collegandosi al numero di pubblica utilità 1522.

Sarà possibile presentare domanda entro le ore 12:00 del 27 giugno 2022, esclusivamente tramite PEC all’indirizzo comunecerveteri@pec.it. Per maggiori informazioni e chiarimenti è possibile contattare la responsabile del procedimento, la Dottoressa Giorgia Medori, reperibile al numero di telefono 3334914454 oppure all’indirizzo e-mail servizi-sociali@comune.cerveteri.rm.it

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com