pasquino

Pasquino: “Devi aspettà”

19 maggio 2017

La devi contenè l’intemperanza

Devi aspettà, je dice ar cittadino,

Ce vo’ tempo pe’ preparà er destino,

Noi ciavemo una lunga gravidanza.

 

Ogni vorta che senti quer grillino

Se ferma er core, more la speranza,

Perché ce parla solo co’ la panza,

Er discorso jje viè dall’intestino.

 

Ce dice de proggetti eccezzionali.

Opere granni stanno in gestazzione,

Loro cianno visioni celestiali.

 

Ma ar cittadino che nun è minchione,

Aspettanno ste cose assai speciali,

Devi portà quarcosa a concrusione.

 

Pasquino dell’OC

Commenti

commenti