erba scuole

Tre istituti cittadini ridotti ad una giungla

17 Febbraio 2018
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La denuncia di Forza Italia: scuole ostaggio dell’erba alta.

erba scuole
La vita è una giungla, ma insegnarlo ai bambini delle scuole dell’infanzia è probabilmente esagerato. Eppure, proprio una giungla si trovano davanti i piccoli alunni di tre istituti cittadini e dietro ci sarebbe un complicato intreccio burocratico. È stato il coordinamento cittadino di Forza Italia a chiedere che sia fatta luce sul caso. Il verde a scuola? Va bene, ma solo se curato. Evidentemente non ne sono a conoscenza gli enti preposti alla sua cura a Civitavecchia. Ma vediamo i fatti: ci arrivano segnalazioni sul fatto che alle scuole “Immacolata”, “Le Briccole” e “Il Nido di Ginevra” i giardini presentano erba alta. Alle rimostranze sollevate, il delegato Visciola avrebbe risposto che lo sfalcio aspetta agli Angeli di Civitavecchia. Se fosse vero quanto ci dicono, dobbiamo forse aspettare che scendano dal cielo per consentire ai bambini di uscire nel cortile? Di più: secondo alcune ricostruzioni, il servizio è stato tolto alla squadra della Csp che si occupava delle scuole già dalla scorsa estate, affidandolo appunto agli Angeli, che però non si sono mai visti. Guarda caso, si tratta delle uniche tre scuole con l’erba alta, mentre negli altri plessi “la situazione è migliore” . Sarebbe il caso che almeno davanti ai bambini si dimostri un minimo di responsabilità senza nascondere l’incapacità di gestire anche la più semplice delle manutenzioni dietro la burocrazia o chissà quali complotti”, concludono da Forza Italia.


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo