autorità

Porti di Pescara e Ortona sotto Civitavecchia: focus di Unindustria

16 Settembre 2019 ore 19:00:26
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

Si svolgerà giovedì 19 settembre alle ore 12 a Roma la conferenza stampa congiunta di Unindustria e Confindustria Chieti Pescara per sostenere il trasferimento dei porti di Pescara e Ortona sotto l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, con sede a Civitavecchia.

Unindustria e Confindustria Chieti Pescara vogliono sostenere con forza la nascita del nuovo Corridoio mediterraneo che unisce la Penisola iberica ai Balcani. Per sviluppare questa nuova direttrice i porti abruzzesi di Pescara e Ortona hanno visto in Civitavecchia il partner naturale di politiche di sviluppo integrate e complementari. I porti di Pescara e Ortona, attualmente inseriti nell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Centrale con sede ad Ancona, possono modificare la loro collocazione, così come previsto dalla legge di riforma della portualità. A tal fine, infatti, il 20 ottobre del 2016 è stato depositato al Mit un documento d’intesa, sottoscritto dall’allora Presidente della Giunta regionale dell’Abruzzo e dal Presidente della Regione Lazio, per il trasferimento dei due principiali porti abruzzesi dalla sede di Ancora all’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale con sede a Civitavecchia.

Partecipano alla conferenza stampa il Presidente di Unindustria Filippo Tortoriello e il Presidente di Confindustria Chieti Pescara Silvano Pagliuca.

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo