Piano Acea. Civitavecchia protagonista nell’emendamento per più investimenti sulla rete e bonus integrativo ad utenti in difficoltà

29 Novembre 2020
Condividi
  • 1
    Share

Il proficuo dialogo avviato con il gestore del servizio idrico Acea, concretizzatosi tra le altre cose nella storica operazione di pulizia di Lasco del Falegname, ha portato proficui risultati anche durante l’assemblea dei sindaco dell’Ato 2. Il Comune di Civitavecchia durante l’assemblea, alla quale ha partecipato in sua rappresentanza il Vicesindaco Manuel Magliani, ha visto infatti approvare l’importante emendamento, di cui è cofirmatario, al programma degli interventi e piano economico finanziario per il prossimo quadriennio. “Ciò consentirà nuovi investimenti sulla rete, con un incremento di lavori per 200 chilometri”, spiega il Vicesindaco Magliani. “Inoltre, sempre grazie al lavoro di raccordo svolto nei mesi scorsi dal Sindaco Tedesco e dal delegato Frascarelli e che ci ha visto protagonisti insieme ad altri Comuni, è stato fortemente incrementato il bonus integrativo idrico, per quelle fasce di popolazione, individuate dai servizi sociali, che si trovano a vivere situazioni di disagio economico e sociale anche dovuto all’emergenza socio-sanitaria di questi mesi, con la possibilità per il nostro Comune di accedere a specifiche deroghe rispetto ai parametri Isee per il bonus, attraverso procedure semplificate e sburocratizzate. Un contributo che consideriamo importante, nella consapevolezza della centralità del servizio idrico nel definire la qualità della vita dei cittadini”, ha concluso il Vicesindaco.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo






Condividi
  • 1
    Share

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo