Occupazione, Tedesco incontra Cgil, Cisl e Uil

14 Agosto 2019
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Cgil, Cisl e Uil a colloquio con il Sindaco. Proposta l’attivazione di un tavolo permanente

CIVITAVECCHIA – Il sindaco Ernesto Tedesco ha incontrato Cgil, Cisl e Uil. I rappresentanti delle organizzazioni sindacali a colloquio con il primo cittadino per parlare delle molte problematiche cittadine, in particolare di quelle legate all’occupazione.

Una situazione difficile quella descritta da Pomante (Cgil), Galletta, Sagarriga e Bottachiari (Cisl) e Turchetti (Uil). “Il territorio di Civitavecchia – scrivono – che tanto ha dato e sta continuando a dare in termini di servitù ambientali, ha urgente necessità di una efficace pianificazione territoriale che possa generare lavoro e sviluppo, anche tramite una politica di coesione e di collaborazione con il mondo della politica e dell’imprenditoria. Non sono più accettabili gli interventi “tampone” messi in campo nel tentativo di creare i presupposti per quelle garanzie sui livelli occupazionali che, fino ad oggi, il comprensorio di Civitavecchia e dei Comuni limitrofi, non hanno ottenuto. La depressione del sistema socio-economico di questo territorio è ormai evidente: non servono ulteriori studi e valutazioni. Occorre – sottolineano dai sindacati – imporre un rapido cambio di passo e di mentalità sui grandi impianti di produzione elettrica, sulla logistica integrata, sul turismo e sullo sfruttamento del termalismo, solo per fare alcuni esempi”.

Per i rappresentanti dei sindacati è fondamentale che l’occupazione torni ad essere stabile e non stagionale e gli imprenditori locali “devono avere il coraggio di scommettere su progetti innovativi che permettano qui il consolidamento ma che puntino, fin da subito, all’espansione verso altri mercati”.

Questa la cornice dell’incontro con il Sindaco. Cgil, Cisl e Uil spiegano che Tedesco ha ascoltato le proposte e le valutazioni ed “ha condiviso anche la necessità di fare “squadra” con i Sindaci e gli esponenti dei Comuni limitrofi. L’accento è stato posto anche sulla vicenda della ex Privilege che si auspica prosegua come apripista per la cantieristica locale. Le organizzazioni sindacali – concludono Pomante, Galletta, Sagarriga, Bottachiari e Turchetti – hanno infine proposto la creazione di un tavolo permanente da convocarsi ad intervalli regolari e che non sia contraddistinto dall’inefficacia delle azioni ma abbia un necessario e rapido pragmatismo, teso a raggiungere quello sviluppo che la nostra città merita”.

Fonte Civonline



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share
  •  
    1
    Share
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento