Navi da crociera in fermo operativo ormeggiate in porto

5 Giugno 2020
Condividi
  •  
  • 5
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tempo di lettura: < 1 minuti
image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

CIVITAVECCHIA – Anche la Costa Diadema ha deciso di attendere a Civitavecchia la ripresa ufficiale dei propri viaggi, magari con nuove tipologie e con crociere di prossimità scalando i porti italiani, così come stanno ipotizzando diverse compagnie per evitare di perdere totalmente la stagione. Ieri mattina infatti la nave ha lasciato il porto di Piombino, dove era arrivata in piena emergenza Covid 19, il 30 marzo scorso, dopo aver cercato un porto in grado di accoglierla; le autorità hanno dato il via libera alla navigazione, non essendoci più rischi a bordo, concedendo la libera pratica sanitaria. Costa Diadema, quindi, insieme a Msc Grandiosa e Costa Victoria – a Civitavecchia ormai da marzo scorso quando sono state bloccate dal coronavirus – rimarrà ormeggiata nello scalo locale, in fermo operativo, in attesa probabilmente di almeno altre due navi da crociera, pronte a raggiungere Civitavecchia già nei prossimi giorni. A bordo i membri dell’equipaggio, liberi comunque di poter scendere in città effettuando qui i propri acquisti. Una boccata d’ossigeno in un periodo di blocco totale del settore, con le navi che dovranno anche essere periodicamente rifornite di viveri e ricevere assistenza, pagando inoltre la sosta in banchina.In attesa della ripresa vera e propria del traffico che per il 2020 prometteva numeri da record.

Civonline

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa






Condividi
  •  
  • 5
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo