Megadigestore, Pd preoccupato per l’eventuale autorizzazione

22 Dicembre 2021

È recentissima la comunicazione ufficiale del Ministero della Transizione Ecologica che archivia il procedimento di valutazione di impatto ambientale per il progetto di una nuova unità a ciclo combinato richiesta da Tirreno Power. Ciò rappresenta una vittoria per il Partito Democratico e per tutti coloro che si sono spesi per scongiurare un ulteriore servitù sul nostro territorio che ci avrebbe ulteriormente legato a doppio filo alla produzione di energia elettrica da fonti fossili. Rimane in campo il progetto per il turbogas di Enel che dobbiamo continuare ad avversare con tutte le nostre forze e ad ogni livello istituzionale.

Tuttavia, al di là della questione energetica, non si può non esprimere preoccupazione per la notizia diffusa dalla stampa a proposito di una accelerazione del processo di eventuale autorizzazione per la realizzazione di un megadigestore di rifiuti in località Monna Felicita. La nostra posizione di netta contrarietà affonda le radici nella assoluta consapevolezza che il nostro territorio non è in grado di tollerare questa forma di insediamento che avrebbe un notevolissimo impatto ambientale su tutto il comprensorio.

La presenza delle centrali, che riteniamo debbano nel tempo essere dismesse liberando i siti per altre destinazioni; il porto che ha avviato solo ora percorsi di ambientalizzazione ma che, ad oggi, rappresenta un serio problema per la qualità dell’aria; il forno crematorio e altre forme di produzione hanno nella loro somma e complessivamente presi un effetto negativo intollerabile sull’ambiente. Nulla può essere aggiunto.

Al contrario pensiamo che si debbano porre in essere tutte le iniziative utili a liberare il territorio da servitù ambientali che precludono o ostacolano un nuovo modello di sviluppo. Nel merito non possiamo trascurare che si tratterebbe di un servizio di trattamento per un enorme volume di rifiuti, di gran lunga superiore, più di dieci volte, quella che può riferirsi alla nostra città e ai Comuni a noi limitrofi. Esso avrebbe oltre che un effetto diretto ma anche uno indiretto, a partire dai numerosi mezzi su gomma necessari al trasporto dei rifiuti.

In conclusione, ribadiamo la nostra contrarietà a questo progetto ed invitiamo l’Amministrazione comunale a far sentire la propria voce.

Il Gruppo Consiliare del Partito Democratico
La Direzione del Partito Democratico di Civitavecchia

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com