CIVITAVECCHIA – “Apprezziamo l’iniziativa del sindaco di Gallese  Danilo Piersanti e del presidente del comitato per la riapertura della vecchia linea ferroviaria Civitavecchia-Orte Raimondo Chiricozzi, che mercoledì  21 u.s. hanno riunito, presso la sede del Comunità Montana di Ronciglione, i sindaci dei 18 comuni  interessati alla tratta ferroviaria. Ho partecipato alla conferenza in rappresentanza del sindaco Ernesto Tedesco. Lo scopo è quello riportare all’attenzione delle istituzioni  il problema che si trascina oramai da lungo tempo nonostante la Regione Lazio nel 2015 ha effettuato la conferenza dei servizi dove addirittura fu presentato il progetto ed  il plastico di come sarebbero state ristrutturate le 14 stazioni ferroviarie ed i ponti che si trovano lungo  percorso ferroviario. Si è convenuto di affermare ancora una volta le grandi potenzialità  della tratta che è anche inserita dalla legge 128 del 2017 tra le ferrovie turistiche d’Italia, parte integrante delle ferrovie dismesse o sospese e da recuperare, piano confermato anche dal relativo provvedimento di attuazione del Ministero dei Trasporti. Anche la Regione Lazio, nel proprio piano dei trasporti, ha ribadito la  strategia di sviluppo del trasporto ferroviario dal porto di Civitavecchia verso le aree interne della  trasversale Orte-Falconara . E’ stato  ricordato, inoltre, che per la sua riapertura sono stati spesi oltre 220 miliardi di vecchie lire negli anni 80e le FS hanno ricevuto altri 123 miliardi di lire finalizzati al completamento dei lavori ed alla elettrificazione. Altre spese importanti sono state fatte da Unione Europea, Regione Lazio, interporto Centro Italia ed AdSP per il progetto realizzato da Italfer.

in questo senso è importante anche l’OdG dell’onorevole Laura Cartaginese, relativo al turismo ferroviario in previsione del Giubileo ed approvato dal Consiglio Regionale a dicembre 2023.

Abbiamo ribadito, durante i lavori della conferenza dei sindaci a Ronciglione, che la riattivazione si rende necessaria (oltre che per il trasporto merci) perché permette l’allaccio alla grande linea transeuropea TEN-T1 oltre naturalmente a sviluppare la mobilita turistica su ferrovia, essendo la tratta ricca di una bellissima natura e di panorami incantevoli.

Alla conferenza erano presenti i rappresentanti di associazioni ambientaliste ed esperti, oltre al presidente dell’osservatorio regionale sui trasporti.

Preso atto che negli ultimi 10 anni il progetto è stato trascurato si è convenuto di chiedere un incontro con Il presidente della Regione Francesco Rocca alla presenza dei sindaci interessati, dal Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Tirreno Centro Settentrionale, dal Presidente della Provincia di Viterbo e dal Presidente della Città Metropolitana di Roma. Per promuovere l’ incontro è stato delegato il sindaco di Gallese”.

Il Consigliere  Pasquale MARINO

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

Lascia un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com