MONTALTO DI CASTRO – Si è conclusa con un successo straordinario la IX edizione di Maremma d’aMare, la fiera delle tradizioni maremmane. Dal 10 al 12 maggio la fiera ha registrato un’affluenza record di visitatori, confermando il suo ruolo di evento imperdibile per la valorizzazione del patrimonio culturale della Maremma. Con una varietà di attività, dalla gastronomia alle esibizioni artistiche, equestri e sportive su tutto il litorale di Montalto, il villaggio delle tradizioni ha offerto uno spaccato autentico della vita dei cavalli e dei butteri, attirando l’attenzione di grandi e piccoli. Gli spettacoli e le dimostrazioni hanno riscosso un notevole apprezzamento, consolidando la fiera come un punto di riferimento per la cultura locale. La grande novità di questa edizione è stata l’estensione dell’evento su tutto il litorale, dove si sono svolte varie attività sportive, dimostrazioni sotto un cielo colorato dagli aquiloni giganti. Un’attrattiva questa che ha sorpreso tanti visitatori venuti anche da fuori regione. 

«Desideriamo esprimere il nostro più sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questa nuova edizione – dichiarano il sindaco Emanuela Socciarelli e il delegato al turismo Emanuele Miralli – lavorando senza sosta per garantire la sicurezza e il successo di Maremma d’aMare. Ringraziamo tutte le associazioni che hanno contribuito ad arricchire il programma in questi tre giorni. La collaborazione con la TCM, l’associazione turismo e commercio Montalto, si è infatti dimostrata un punto di forza mettendo così in gioco i veri protagonisti dello sviluppo turistico ed economico di Montalto. Prezioso l’intervento dei volontari che con la loro creatività e partecipazione hanno realizzato allestimenti rendendo questa edizione indimenticabile. La Maremma è una terra di inestimabile valore – concludono Socciarelli e Miralli – e Maremma d’aMare ne è stata la perfetta espressione».

La fiera Maremma d’aMare si conferma così non solo come celebrazione delle tradizioni, ma anche come motore di sviluppo turistico e culturale per la regione. L’attesa è già alta per la prossima edizione, che promette di essere ancora più ricca e coinvolgente.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

Lascia un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com