verdone16

Ladispoli conferisce la cittadinanza onoraria all’attore Carlo Verdone

2 Gennaio 2017
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ladispoli conferisce la cittadinanza onoraria all’attore Carlo Verdone per il “grande contributo reso nel campo cinematografico e, recentemente letterario, alla narrazione dei luoghi, Roma in primis, e con “Un sacco bello” (1980) alla città di Ladispoli”.
“Un sacco bello” è una pellicola poetica, capace di raccontare la dimensione delle borgate romane e delle “migrazioni estive” verso le spiagge, tra cui spicca quella di Ladispoli, per decenni meta preferenziale degli esodi dalla capitale. Nel film Carlo Verdone è Leo, bonario ed ingenuo, ispirato ad un personaggio vero che nei fine settimana estivi deve raggiungere la madre a Ladispoli con il pullman, ma che viene bloccato da una turista straniera che ne rallenta il viaggio, tra gag e scene che spesso richiamano la nostra città.
“Se è vero che il rapporto tra Ladispoli e i luoghi del cinema – ha detto l’assessora alla cultura, Francesca Paola Di Girolamo – nasce molti decenni prima del 1980, è altrettanto vero che dopo il tormentone di “Un sacco bello”, l’evocazione della nostra città assume un significato diverso nell’accezione nazional-popolare, divenendo nota da un capo all’altro dell’Italia”.
“Stiamo lavorando –ha detto il sindaco Crescenzo Paliotta – perché possano iniziare le proiezioni cinematografiche all’auditorium Freccia. Il film “Un sacco bello” sarà tra le prime pellicole proiettate e in quell’occasione ufficializzeremo la cittadinanza onoraria a Carlo Verdone”.
Lo scorso giugno durante la manifestazione “Ladispoli città aperta” il sindaco Paliotta aveva consegnato a Carlo Verdone le chiavi della città.

 


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo