cattedrale

Fase di chiusura del Giubileo della Misericordia

12 Novembre 2016
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica 13 novembre, nella Cattedrale di Civitavecchia, alle ore 15.30 incontro sull’esortazione apostolica Amoris laetitia con il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario del Sinodo dei Vescovi.

Alle ore 18 la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale, concelebrata dal vescovo Luigi Marrucci e dal clero della diocesi.

Domenica 13 novembre la Chiesa di Civitavecchia-Tarquinia celebrerà la fase diocesana di chiusura del Giubileo della Misericordia con due appuntamenti in programma nella Cattedrale.

A partire dalle ore 15.30 verrà presentata l’esortazione apostolica Amoris laetitia da parte del cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario del Sinodo dei Vescovi. Alle ore 18, sempre il presule presiederà l’Eucaristia conclusiva dell’Anno Santo, concelebrata dal vescovo Luigi Marrucci e da tutto il presbiterio diocesano.

Per questa occasione, in tutta le parrocchie, sono sospese le Messe vespertine.

«L’invito – spiega il vescovo Marrucci – è rivolto a tutti i fedeli di questa porzione di Chiesa universale, ma ritengo abbiano un risalto particolare le comunità, i movimenti, le associazioni e i gruppi ecclesiali che sono, o dovrebbero esserlo, il lievito che, all’interno della comunità cristiana, sono chiamati ad evangelizzare e a renderla “corpo visibile” di Gesù Cristo».

Il vescovo, in una lettera presentata in tutte le parrocchie, sollecita anche a estendere l’invito a quanti si trovano ai margini della Chiesa. «Conoscendo in moltissimi di voi lo spirito del discepolo-missionario dell’unico Maestro Gesù, non solo vi invito a partecipare, ma vi chiedo anche di rivolgere lo sguardo a chi, a margine della Chiesa, è in attesa come Zaccheo, o come i lebbrosi, o come la donna affetta da emorragia, di essere da Gesù, guardato, perdonato, sanato».

L’Anno Santo si concluderà anche nelle numerose Porte della Misericordia che il vescovo Marrucci ha aperto nei Santuari diocesani, nei luoghi della carità, nelle carceri e negli ospedali.

 



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •