Farmacie comunali: primo quadrimestre 2020, da +20% a +52% nei ricavi, prosegue il progetto di contenimento dei costi ed ampliamento dei servizi

3 Giugno 2020
Condividi
  •  
  • 3
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tempo di lettura: 2 minuti
image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

Le farmacie comunali avevano conosciuto nel 2018 e 2019, un periodo di significativa difficoltà.

I correttivi posti in essere, negli ultimi mesi, stanno però fornendo riscontri estremamente positivi.

Più in particolare, nel primo quadrimestre 2020, cinque (delle sei) farmacie hanno registrato un risultato positivo nella gestione caratteristica. In altri termini, in cinque farmacie, i ricavi netti hanno superato i costi di produzione, facendo registrare un risultato positivo.

Particolarmente performante si è rivelata la Farmacia presso la Borgata Aurelia. Ma ottimi segnali di crescita sono stati registrati anche dalla Farmacia Boccelle, Cisterna e Matteotti. Un po’ più in difficoltà Calamatta, che comunque mantiene la propria “quota di mercato”, seppur in un quadrante difficile.

Discorso a parte va fatto per la Farmacia Stazione, aperta senza una valutazione di mercato, ed inoltre particolarmente colpita dalla emergenza sanitaria che ha determinato una pesante riduzione degli utenti (soprattutto turisti) in transito per la Stazione cittadina. Su questa farmacia andranno svolte alcune analisi e assunte decisioni quantomeno nel caso in cui l’emergenza sanitaria dovesse proseguire.

Gli ottimi risultati delle farmacie, gestite da CSP, si vanno consolidando con un trend di ulteriore crescita dei ricavi anche nell’aprile 2020, sebbene non siano ancora disponibili i dati completi della gestione. Il fatturato cresce con punte che vanno dal 20%, fino a raggiungere il 52% e più, in alcuni casi. I costi vanno invece riducendosi lentamente ma in maniera costante. In questo senso sarà fondamentale varare la pianificazione ed il coordinamento degli acquisti anche all’esito di una gara che si sta delineando nel rispetto dei tempi ordinari di esecuzione. Il vantaggio competitivo delle nostre farmacie è quello di poter procedere ad “acquisti di gruppo” spuntando certamente condizioni di fornitura più favorevoli rispetto ai privati. In questo senso, l’esperimento dell’acquisto coordinato dei dispositivi di sicurezza individuale ha dato, da questo punto di vista, risultati estremamente positivi e lascia quindi ben sperare. Fino a qualche mese fa, questa modalità di acquisto non era mai stata presa in considerazione

Tornando ai risultati, vanno fatti quindi i complimenti a tutti coloro che stanno applicando il piano di riorganizzazione del settore. I risultati sono stati resi possibili dall’impiego di personale, infatti, fortemente specializzato che era già in organico della società. Il Cda ha semplicemente rimosso gli ostacoli per un più fluido e corretto operare. A tali dipendenti va il ringraziamento della società e l’invito a completare il percorso di crescita nel 2021, così come da piano già definito.

Il Presidente del Cda, avv Antonio Carbone: “I nostri responsabili aziendali ed i nostri farmacisti stanno svolgendo un lavoro egregio, come tantissimi altri operatori aziendali. Le Farmacie rappresentano un chiaro esempio di come intendo impostare l’azienda, valorizzando le significative professionalità interne”.

Civitavecchia Servizi Pubblici Srl

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa






Condividi
  •  
  • 3
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo