Cerveteri, Giornata nazionale vittime del COVID: cerimonia Istituzionale al Cimitero dei Vignali

16 Marzo 2022

Venerdì 18 marzo alle ore 15:00 appuntamento commemorativo con il Sindaco di Cerveteri, Forze dell’Ordine, Associazioni di Volontariato e cittadinanza.

Era il 18 marzo del 2020 quando tutta Italia rimase scossa dalle immagini che provenivano da Bergamo. I mezzi pesanti dell’Esercito Italiano stavano provvedendo a portare via le centinaia di bare delle persone morte a causa del COVID-19.

Dallo scorso anno, dopo la promulgazione da parte della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, quella data è diventata la Giornata Nazionale in memoria di tutte le vittime dell’epidemia da Coronavirus. Una giornata per ricordare e rendere omaggio a tutte le persone che sono morte di coronavirus, per ringraziare tutti gli Uomini e le Donne che hanno continuato a lavorare garantendo il mantenimento dei servizi essenziali.

Per questo, per tale data il Comune di Cerveteri, ha organizzato una cerimonia commemorativa che si svolgerà presso il Cimitero di Via dei Vignali.

Alle ore 15:00 è fissato il ritrovo dei partecipanti al primo ingresso del Cimitero dei Vignali per la composizione del Corteo Istituzionale. Alle ore 15:15 l’inizio della Cerimonia davanti la Targa posizionata dall’Amministrazione comunale in memoria di tutte le vittime del COVID-19, con la deposizione di un omaggio floreale e gli interventi del Sindaco e delle autorità presenti, alla quale prenderà parte anche il Gruppo Bandistico Caerite diretto dal Maestro Augusto Travagliati.

“Abbiamo ancora negli occhi i momenti più difficili della pandemia – dichiara il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – il suono delle ambulanze, che rompeva il silenzio delle nostre strade, delle nostre piazze, le serrande dei negozi abbassate, le file fuori dai supermercati, il quotidiano bollettino della Protezione Civile nazionale sul numero dei nuovi positivi, che sembrava non volesse mai scendere, il numero infinito di persone che purtroppo a causa del virus sono morte. Il 2020 è stato un anno drammatico, da un punto di vista sanitario, ma anche da un punto di vista sociale e umano, segnato dall’impossibilità di vedere i propri cari, gli amici, dalla necessità, per il bene e la salute di tutti, di dover rimanere a casa e non poter fare le cose che sempre hanno scandito le nostre quotidianità”.

“In quelle settimane di smarrimento e paura abbiamo però scoperto anche un’Italia solidale, ancora di più di quanto non lo fosse ogni giorno – prosegue il Sindaco di Cerveteri – nonostante le difficoltà, chi aveva di più donava un po del suo a chi davvero, dal giorno alla notte, d’improvviso, si era trovato senza un lavoro oppure nell’impossibilità di mettere insieme un pranzo o una cena a causa dei mancati guadagni derivanti dal proprio impiego”.

“Venerdì la nostra Città si unirà nuovamente per ricordare ed omaggiare tutti loro – conclude il Sindaco – chi non ce l’ha fatta, a chi abbiamo detto addio, chi anche nell’emergenza non si è mai fermato, a chi ha avuto un pensiero per il prossimo, per chi era in difficoltà. Per questo, invito tutta la cittadinanza a partecipare alla Cerimonia. Sarà un momento di comunità importante per non dimenticare il dramma della pandemia da COVID-19”.

Al Cerimoniale sono state invitate tutte le Forze dell’Ordine del territorio e i rappresentanti delle Istituzioni locali.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com