Cerenova, scritte alla Stazione FS. Gubetti – Galluso: “affronto alla cittadinanza totalmente sconsiderato”

5 Settembre 2019
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Assessora ai Trasporti e il Delegato ai Rapporti con RFI intervengono a seguito dell’atto vandalico alla nuova Stazione di Marina di Cerveteri

 

“Un affronto alla cittadinanza, un gesto sconsiderato nei confronti di una struttura nuova, un bene di proprietà di tutti, appena inaugurata e che finalmente rispondeva a tutte le esigenze dei pendolari che ogni giorno si recano a lavoro o sui banchi di scuola utilizzando il treno. Già ho segnalato l’atto vandalico alla Direzione Nazionale, con la quale sono in stretto contatto, la quale mi ha rassicurato, oltre ad un pronto intervento di pulitura delle scritte, una accelerazione da parte della Protezione Aziendale nel posizionamento delle telecamere di videosorveglianza”. A dichiararlo è Renato Galluso, Delegato ai Rapporti con RFI – Rete Ferroviaria Italiana del Comune di Cerveteri, attivo nelle politiche a favore del mondo dei pendolari di Marina di Cerveteri, a seguito delle immagini diffuse anche dai social network di alcune scritte fatte con bombolette spray sui muri della Stazione Ferroviaria di Marina di Cerveteri.

“È inaccettabile che ancora ci siano atti simili – ha dichiarato il Delegato ai Rapporti con RFI Renato Galluso – con l’Amministrazione comunale abbiamo lavorato molto, seguendo passo dopo passo il progetto di RFI, per regalare ai nostri cittadini e al mondo pendolare una Stazione bella, moderna, confortevole, che rappresentasse un meraviglioso biglietto da visita per Cerveteri. Oggi che possiamo essere orgogliosi di una Stazione nuova, siamo costretti ad assistere a delle azioni così stupide e irrispettose della nostra città”.

“Come Delegato – prosegue Galluso – quotidianamente mi reco alla Stazione per offrire assistenza e dare informazioni ai pendolari, non solo per la mia passione per il mondo delle ferrovie e per la mia lunga carriera in RFI, ma anche per garantire una presenza fissa, costante delle Istituzioni in un luogo così importante per Cerveteri come la Stazione. Mi interfaccio giornalmente con i giovani di Cerveteri, con gli studenti e i lavoratori, per portare le loro istanze agli organi preposti. Oltre ai servizi essenziali, mi sto inoltre occupando, sperando di fare cosa gradita, di realizzare, su richiesta fatta dalla biblioteca per conto di alcuni cittadini, un angolo dedicato ai libri proprio all’interno della Stazione, un punto di scambio di cultura e conoscenza in attesa dell’arrivo dei treni”.

Giunge il commento sulla vicenda anche da parte dell’Assessora ai Trasporti del Comune di Cerveteri Elena Gubetti, che dichiara: “Sono indignata nel vedere quanto è stato fatto alla Stazione, un’opera di grande valore ma soprattutto un bene di tutta la collettività, che abbiamo voluto fortemente e sulla quale, ancora oggi, ci stiamo impegnando con RFI per renderla sempre migliore. Chi si è dilettato nel deturpare i muri, appena ultimati, della nostra stazione probabilmente non si rende conto che il danno non lo ha fatto solo alla città, ma anche a se stesso. Auspico che una volta ripuliti i muri, e di questo ringrazio il nostro Delegato Renato Galluso che immediatamente si è attivato con gli organi competenti, cresca in tutta la collettività il senso di responsabilità verso tutto il nostro territorio”.



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento