Nasce l’alleanza per la Cultura

3 Ottobre 2020
Condividi
  • 1
    Share

Firmato un protocollo d’intesa tra Comune, Fondazione Cariciv e Pro Loco cittadina.

Obiettivo principale: il riconoscimento Unesco per le Terme Taurine.

 

Firmato il protocollo d’intesa tra Comune, Fondazione Cariciv e Pro Loco finalizzato alla rinascita della cultura a Civitavecchia. Un progetto ambizioso che si è posto due importanti obiettivi. Il primo è quello, certo difficile e lungo, di far diventare le Terme Taurine sito Patrimonio dell’umanità seguendo l’iter Unesco, il secondo è quello di approcciare il bando regionale Città della cultura 2021. «Questa è un’iniziativa importante – ha spiegato il sindaco Ernesto Tedesco – per la nostra città. Sicuramente non sarà un percorso facile ma vogliamo intraprenderlo. È una realtà unica del territorio (le Terme Taurine, ndr) e che non può non essere valorizzata. Vogliamo iniziare un percorso che possa caratterizzare Civitavecchia». L’assessore alla Cultura Simona Galizia ha detto: «Le Terme Taurine sono un posto magico ed è un tema che nessuno aveva mai affrontato. Ottenere il riconoscimento Unesco è un processo lungo e difficoltoso e in questo il supporto della Fondazione Cariciv è stato fondamentale. La creazione di questo che io chiamo Comitato cultura è una pietra importante per lo sviluppo di questa città ed è una partita che sicuramente vinceremo». Il presidente della Fondazione Cariciv Gabriella Sarracco ha ricordato come si stia percorrendo questa strada già da circa un anno «per cercare di attuare questo sogno. Sicuramente a breve termine – ha sottolineato – vogliamo vedere Civitavecchia riconosciuta come città della cultura. Lavoreremo insieme al Comune e alla Pro Loco ma per seguire questo processo servono degli esperti per cui la spesa sarà divisa al 50% tra Fondazione e Comune. Sono anni che desidero vedere questo sito valorizzato ma ci sono altri progetti che abbiamo in mente». Il presidente della Pro Loco Maria Cristina Ciaffi ha detto: «Siamo sempre stati consapevoli della potenzialità di questo sito, basta leggere la meraviglia e lo stupore negli occhi di chi le visita. Sono veramente felice perché questo protocollo ci consentirà di agire concretamente». Giorgio Adrian, consulente ed ex funzionario Unesco, ha spiegato che ci vorranno dai due ai tre anni, come minimo, per ottenere il riconoscimento Unesco. «A Civitavecchia – ha commentato – ho trovato una partnership molto forte. Voglio ricordare che non c’è attrazione senza cultura. Faremo insieme questo percorso ma è necessario coinvolgere la comunità». Galizia e Tedesco hanno spiegato che un altro sogno è quello di far inserire il nome di Civitavecchia nelle guide turistiche per Roma.

Civonline

Tidei (Iv): Bene Pro Loco per riconoscimento Terme Taurine come sito Unesco.

“Bene l’iniziativa intrapresa dalla ProLoco di Civitavecchia per il riconoscimento delle Terme Taurine come sito Unesco. È una battaglia sulla quale dovremmo spenderci tutti. Lo scorso anno, insieme alla Presidente della Pro-Loco, abbiamo incontrato su questo tema l’Assessorato regionale al turismo che ha dato assoluta disponibilità a sostenere l’iniziativa. L’iscrizione delle Terme tra i beni riconosciuti come patrimonio dell’umanità sarebbe il giusto riconoscimento per un luogo splendido, visitato negli anni da migliaia di turisti e che riesce ad attirare molte persone anche durante questo periodo di emergenza Covid. Da sostenere anche l’idea di candidare Civitavecchia a  Capitale del Lazio della cultura 2022: sarebbe una grande opportunità per intercettare finanziamenti ed organizzare un programma di eventi e manifestazioni che valorizzerebbe Civitavecchia, rendendola protagonista del panorama culturale regionale. Sarebbe importante considerare anche la possibilità di un’apertura al territorio, come hanno fatto Cerveteri, Santa Marinella, Tolfa ed Allumiere, che unendosi sono riusciti a diventare la capitale regionale della cultura per il 2020. È necessario coinvolgere subito le tante energie culturali che esprime la città per rendere questa candidatura quanto più forte e condivisa possibile. Personalmente sostengo queste idee con convinzione e sono pronta a dare il mio contributo affinché si possano realizzare”. Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale del Lazio Marietta Tidei (Italia Viva).

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo




Condividi
  • 1
    Share

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com