ospedale cv

Asl Roma 4 oltre 30 visite gratuite per la settimana Contro l’Asma e Bpco

30 Maggio 2018
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

La Asl Roma 4 ha aderito alla settimana di prevenzione contro l’asma e la Bpco.

I disturbi di asma e Bpco possono essere trattati in modo efficace e l’aderenza alla terapia consente ai pazienti di vivere una vita pressoché normale. La campagna  Contro l’Asma&Bpco Week, promossa da Federasma e Allergie Onlus con il patrocinio della Società Italiana di Allergologia, Asma ed immunologia clinica, e la società italiana di Pneumologia,. è la campagna di consulenze specialistiche gratuite che ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi connessi a un non adeguato controllo delle malattie infiammatorie croniche delle vie respiratorie. Dal 21 al 25 maggio chi avesse ricevuto una diagnosi di asma o di Bpco potrà rivolgersi a uno dei 50 centri specialistici in Italia che aderiscono all’iniziativa per effettuare una visita di controllo e ricevere informazioni utili per una migliore gestione della propria malattia. La Asl Roma 4 aderisce all’iniziativa mettendo a disposizione l’ambulatorio di pneumologia e allergologia dell’Ospedale San Paolo dove i medici specialisti Bresciani e Falchini stanno effettuando in questi giorni le visite gratuite, oltre 30  anche con pazienti venuti da Roma.

L’obiettivo della Asl Roma 4 oltre a voler fornire un servizio utile e gratuito aderendo ad una campagna nazionale di sensibilizzazione, è anche quello della creazione di un ambulatorio per asma e l’asma grave. L’azienda sanitaria ha infatti presentato un progetto dedicato alla cura dei pazienti con asma, sia per adolescenti che adulti. Il dott. Falchini ci spiega che oggi l’asma grave è una patologia sottodiagnosticata che invece può usufruire di nuovi farmaci, i farmaci biologici, che vengono prescritti e autorizzati nei centri specialistici regionali e  sono dedicati ai pazienti resistenti alle terapie tradizionali. La dottoressa Bresciani allergologa della Asl Roma 4 precisa che che l’asma allergica comincia in giovane età e poiché è una patologia cronica spesso il paziente si allontana dalla terapia e questo può comportare delle conseguenze nell’eta adulta. E’ quindi importante che il paziente venga seguito con regolarità e non perda il contatto con il medico specialista, anche perchè oggi esistono tantissime terapie efficaci e costruite ad hoc per il paziente.

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo