lucernoni daniela

La Giunta intitola il “Palazzetto dello sport Insolera Tamagnini” e la palestra di boxe a Carlo Saraudi

30 dicembre 2016

Dopo un anno di sondaggi sui social network, incontri pubblici e commissioni consiliari con l’obiettivo di coinvolgere la città, arrivano le prime intitolazioni formali degli impianti cittadini a personaggi che hanno fatto spiccare nello sport il nome di Civitavecchia. Ieri la Giunta comunale ha deliberato di intitolare il Palazzetto dello sport a Vittorio Tamagnini e la palestra di boxe di via Borghese a Carlo Saraudi. La scelta di assegnare a Vittorio Tamagnini il Palazzetto dello sport è stata condivisa fin da subito, ritenendo giusto dedicare il maggiore impianto sportivo cittadino al più grande atleta che abbia mai avuto la nostra città. Vittorio Tamagnini, va ricordato, fu il primo pugile italiano a vincere una medaglia d’oro alle Olimpiadi. Nel 2001 il Palazzetto dello sport era già stato intitolato ad Alfio Insolera, assessore alla Cultura, allo Sport e alle Politiche giovanili negli anni compresi tra il 1977 ed il 1990, riconosciuto da molti in città per il suo valore umano oltre che politico ed a cui va dato atto, tra i tanti meriti, di aver fortemente contribuito alla realizzazione dello stesso Palazzetto. Dopo un confronto con la famiglia del pugile e con quella dell’ex assessore, la decisione dell’amministrazione è stata quella di onorare entrambe le figure che hanno dato molto alla nostra città, attraverso la denominazione dell’impianto in “Palazzetto dello sport Insolera – Tamagnini”. A Carlo Saraudi, primatista mondiale dei pesi piuma e fondatore della scuola pugilistica civitavecchiese, viene intitolata la palestra di boxe di via Borghese, nella speranza che la città possa ricordare una quasi centenaria tradizione pugilistica per la quale Civitavecchia è famosa nel mondo. Soddisfazione è stata espressa dall’assessore Daniela Lucernoni: “Bene il risultato, ma soprattutto il processo di condivisione che ha come merito quello di aver risvegliato la memoria della nostra città sui suoi campioni. Ringrazio le famiglie Saraudi, Tamagnini e Insolera per la loro disponibilità e ringrazio Alessandro Bisozzi per la collaborazione sui curriculum sportivi dei due pugili”.

 

Commenti

commenti