logo-CSP_0

Il parco mezzi di C.S.P. si rinnova

7 dicembre 2017

Arrivati due nuovi costipatori per il “porta a porta”. Soddisfatto il Sindaco: <<Si torna ad investire sull’azienda pubblica>>.
Il parco mezzi della Civitavecchia Servizi Pubblici Srl si rinnova. Sono infatti arrivati in questi giorni i due nuovi costipatori noleggiati dall’Azienda e che saranno utilizzati nella raccolta “porta a porta”, attualmente attiva nelle aree pilota cittadine, quali Cappuccini, Borgata Aurelia e Boccelle.

I due moderni mezzi di estrema qualità sono già a disposizione di C.S.P., che attende soltanto di ricevere, a giorni, la regolare iscrizione all’albo trasporto per conto terzi e quella relativa all’albo gestori ambientali.
Si tratta di un ulteriore passo avanti nella gestione del “porta a porta”, dal momento che attualmente per scarsità di mezzi il servizio condivideva i mezzi “Daily” (peraltro non dotati di costipazione) con il servizio di raccolta rifiuti ingombranti e con quello della raccolta presso i ristoranti cittadini.
Ora, avendo invece a disposizione due ulteriori mezzi dotati peraltro di costipazione, la C.S.P. potrà dedicare gli “storici” Daily esclusivamente al servizio di raccolta presso i ristoranti, ma anche alla pulizia intorno ai cassonetti dei rifiuti per l’intero turno di servizio. Ma non è tutto. C’è infatti anche la possibilità di potenziare la raccolta domiciliare essendo i nuovi mezzi allestiti con strumentazione di riduzione volumetrica del rifiuto.

Soddisfatto il Sindaco, Antonio Cozzolino: << Dopo anni di ristrettezze dovute allo stato di liquidazione di HCS e Sot, si torna ad investire sull’azienda pubblica. Questo è solo il primo passo verso un rinnovamento del parco mezzi di CSP e sono convinto che anche grazie a questo il servizio reso alla cittadinanza avrà un aumento di qualità costante e progressivo. Sono ottimista: c’è ancora molto da fare ma la strada presa è quella giusta e dimostreremo a tutti che il pubblico può funzionare, basta volerlo e lavorare sodo in quella direzione>>.

Caratteristiche tecniche dei due nuovi costipatori:

Il costipatore, rispetto al compattatore, distribuisce meglio i rifiuti raccolti nella vasca che ha una pala che si muove orizzontalmente e “smuove” i rifiuti raccolti. In pratica, man mano che si caricano i rifiuti, si riduce il volume del cassone, riducendo di conseguenza il volume dei rifiuti.
I mezzi sono infatti muniti di vasca ribaltabile posteriore per la raccolta dei rifiuti solidi urbani a costipamento, con ausilio di meccanismo idraulico posteriore per lo svuotamento dei carrellati bidoni da 120lt/240lt/360lt e di pala per la compattazione dei rifiuti per un completo e maggiore carico dei rifiuti.

 

Commenti

commenti