Cerveteri, venerdì lo spettacolo ‘Anna Frank e la maglietta della Roma’

17 luglio 2018
L’appuntamento è per venerdì 20 luglio alle ore 21.30 in Piazza Santa Maria a Cerveteri.
 
 Lo scorso autunno ne hanno parlato per giorni e giorni tutte le cronache nazionali. L’episodio accaduto allo Stadio Olimpico di Roma durante la partita Lazio – Cagliari, quando alcuni pseudo-tifosi hanno oltraggiato l’immagine di Anna Frank, la bambina scrittrice ebrea deportata nei campi di concentramento nazisti divenuta un simbolo della Shoah per il suo diario, disegnandola in modo dispregiativo con la maglia della squadra avversaria, diventa uno spettacolo teatrale.
Francesca Marti, accompagnata dalla fisarmonica di Davide Mengarelli, porta in scena ‘Anna Frank e la maglietta della Roma’, spettacolo scritto e diretto da Laura Masielli. L’appuntamento è per venerdì 20 luglio alle ore 21.30 in Piazza Santa Maria a Cerveteri.
‘Anna Frank e la maglietta della Roma’ è uno spettacolo che si spinge nelle profondità degli abissi dell’animo umano capace di aberrazioni tanto inutili quanto sciocche, analizzando con piglio matematico le sensazioni, le emozioni che si materializzano in una scrittura poetica vagliate attraverso le maglie del sentimento. L’orrore dipinto negli occhi della protagonista nello scorrere fluido del lavoro, passa dallo stupore per quanto le accade dinanzi alla consapevolezza del nonsense dell’uso della sua foto per intenti e motivazioni devianti fino a diventare un pamphlet contro tutte le imbecillità tanto più insopportabili in quanto utilizzate in chiave razzista. L’interpolazione di musiche, immagini e parole fa di questo lavoro un esempio da portare nelle scuole per far conoscere ai giovani d’oggi i quali fortunatamente non hanno vissuto quegli incubi e per poter riflettere e rendersi conto di quali e quanti orrori si sono macchiate e si macchiano le guerre, in qualunque posto o in qualsiasi epoca vengano combattute.
“Il caso degli adesivi raffiguranti la giovane Anna Frank con la maglietta della Roma ha colpito molto anche la nostra comunità. Davanti ad un gesto stupido, privo di ogni senso e rispetto come quello compiuto da alcuni tifosi non poteva lasciarci inermi – dichiara il Sindaco Alessio Pascucci – anche per questo, per manifestare tutto lo sdegno della Città di Cerveteri e la vicinanza alla comunità ebraica, nei giorni immediatamente successivi abbiamo esposto dalle finestre del Municipio lo striscione dedicato ad Anna Frank e nei giorni a seguire abbiamo avuto l’onore di ospitare a Cerveteri Ruth Dureghello, Presidente della Comunità Ebraica di Roma, che ha incontrato i ragazzi dell’Istituto Enrico Mattei. Il mio invito, anche questa volta, va alle famiglie e ai ragazzi ad assistere a questo spettacolo”.

Commenti

commenti