cpc2005

Calcio. Tra pali e traverse passa il Città di Cerveteri

4 febbraio 2018

Il Città Di Cerveteri passa al Fattori sulla CPC2005 con il parziale di tre a uno, pesano come macigni i tre legni colpiti dai portuali e il rigore fallito da Catracchia sull’uno a zero ospite. Tante le recriminazioni seppur si sia giocato in piena emergenza, con Ruggiero che non è stato della gara e alcuni dei giocatori in non perfetta condizione, che non giustifica comunque un altro passo falso di questa compagine. Sugli scudi il portiere Ulissi, bravo quanto fortunato in almeno quattro occasioni, e Chesne autore di una doppietta il cui grido sul vantaggio, forse esagerato ma significava appieno la gioia rinchiusa da troppo tempo, ci ha fatto tornare ad altri palcoscenici dove invece si decideva un mondiale.

Perentorio mister Blasi a fine gara: ” il campionato non finisce certamente oggi e di tempo ce ne è per tornare a infastidire l’Ottavia. Ci ha fermato la sfortuna quest’oggi. Abbiamo creato forse più oggi che in tutto il campionato, e questo è solo sintomo della valenza di squadra. Dobbiamo ripartire mentalmente da martedì, ricordando che il calcio è fatto di episodi e oggi ne è la constatazione amara.”

CRONACA: Dopo una fase di studio in cui le occasioni non avevano impensierito i due estremi difensori passa il Cerveteri. Cross dalla tre quarti di Lauria per Chesne, che, trovatosi solo davanti Nunziata lo trafigge portando in vantaggio gli ospiti. La CPC2005 reagisce e due minuti dopo Luciani su calcio di punizione fa compiere un vero e proprio miracolo a Ulissi, che in tuffo toglie la sfera dal sette mandandola in corner. Sugli sviluppi Bevilacqua crossa e Catracchia manda di testa la sfera a fin di palo. Quattro minuti dopo si ripete ancora Ulissi sulla botta da fuori di Catracchia, mandando la sfera in corner. Al 19′ la CPC2005 ha la ghiotta occasione del pareggio con Catracchia, Ciarniello vede il fallo subito da Serpieri e decreta il penalty. Il centravanti tira veramente male e piano con la sfera che si spegne tra le braccia di Ulissi. Capovolgimento di fronte e su punizione il solito Lauria serve sulla testa di Chesne, che colpendo all’indietro manda la palla alle spalle di Nunziata; due a zero. La CPC2005 seppur produca molto non crea niente di apprezzabile e gli ospiti passano ancora. Palla in profondità per Chesne che appena entrato in area viene atterrato, Ciarniello non ha dubbi e concede il penalty trasformato da Lauria; al 27′ tre a zero per gli ospiti. Finisce in pratica qui il Città di Cerveteri che con tre tiri ha collezionato il massimo del risultato. La CPC2005 sul finire di tempo ha altre due occasioni, la prima al 38′ con Catracchia che spiazzato il portiere colpisce il palo alla sua sinistra, e la seconda con Luciani che al 42′ colpisce invece il palo di destra su calcio di punizione. Troppi gli sbagli e la sfortuna in questi primi quarantacinque minuti. Ripresa con La CPC2005 costantemente in avanti ma che raccoglierà solo una rete e l’ennesimo legno. Il gol arriva al 16′ con Catracchia che trasforma il rigore dato per un fallo di mano in piena area. La traversa la colpisce invece Esposito al 26′, con un fendente da fuori area che si spegne sul legno a portiere battuto. Sul finale è Di Gennaro a creare qualcosa di pericoloso, vanificato ancora da Ulissi.

(Fonte e foto: Maurizio Spreghini)

Commenti

commenti