carabinieri

Assegni clonati, in manette 69enne romano

12 ottobre 2017

Aveva organizzato tutto nei minimi dettagli: circa 10 giorni fa aveva aperto un conto bancario in una filiale di corso Vittorio Emanuele e, ieri pomeriggio, ha provato a versare 4 assegni del valore di circa 170.000. Ma qualcosa è andato storto e l’uomo, 69enne romano, con precedenti, si è trovato ammanettato, fermato dai Carabinieri della Stazione Roma Piazza Farnese con l’accusa di tentata truffa.

A tradire l’uomo sono stati l’eccessivo nervosismo e la troppa impazienza che ha mostrato durante le operazioni. Infatti, insospettiti dal suo comportamento, i dipendenti della banca hanno richiesto l’intervento dei Carabinieri.

Giunti presso la filiale, i Carabinieri, in collaborazione con il personale nella banca, hanno accertato che i 4 assegni erano clonati e che il 69enne aveva tentato illecitamente di incassarne il valore, giustificandone il possesso per la fantomatica vendita di un immobile.

L’uomo è stato bloccato e portato in caserma. Successivamente, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato condotto in carcere a Regina Coeli.

 

Commenti

commenti