Windsurf, Europeo: sorride Benedetti, piange Camboni

3 Dicembre 2020
Condividi
  • 3
    Shares

Sabato scorso nella città portoghese di Vilamoura si è conclusa la prestigiosa competizione.

Nella Medal Race l’atleta delle Fiamme Gialle arriva 4° e si piazza 10°, quello delle Fiamme Azzurre 8° e lo supera di una posizione nella classifica generale.

Si è concluso sabato scorso il campionato europeo del windsurf olimpico classe RS:X maschile e femminile 2020, con l’ultima giornata di vento forte e onda formata, nella quale sono state disputate le due finali Medal Race tra i migliori 10 delle due categorie, e una prova conclusiva per il resto della flotta. I due nuovi campioni europei sono stati l’israeliano Yoav Cohen nella categoria maschile e la francese Charline Picon in quella femminile, già in testa prima della Medal.
Il bilancio dei due atleti azzurri della Laga Navale Civitavecchia è da considerarsi positivo, con Benedetti e Camboni qualificati in finale nelle Medal Race con piazzamenti nella parte alta della classifica. Mattia Camboni, atleta delle Fiamme Azzurre, già campione europeo nel 2018, ha chiuso all’8° posto la Medal Race, confermando il nono posto in generale, mentre il coetaneo Daniele Benedetti delle Fiamme Gialle ha portato a casa un ottimo 4° posto nella Medal finale, classificandosi al decimo posto in assoluto.
Ora dopo un periodo di scarico, gli azzurri del windsurf olimpico tornati dalla città portoghese di Vilamoura, riprenderanno gli allenamenti in vista dell’Europeo 2021, che sarà a marzo nella stessa località e che sarà importante in chiave Olimpiadi Tokyo 2021.
<<Il risultato finale non è quello che mi aspettavo – dichiara il windsurfista delle Fiamme Azzurre Mattia Camboni – ma viste le condizioni di vento forte a me non congeniali mi sono difeso, e nonostante tutto sono riuscito a entrare nella Medal Race. Nella Finale, appunto, le mie possibilità di recuperare posizioni erano poche, soprattutto con le condizioni che abbiamo trovato anche oggi vento forte e onda, che non sono le mie preferite mentre gli avversari diretti sono degli specialisti. Il feeling della settimana non è stato il massimo, con l’attrezzatura ma non solo. Peccato solo per l’ultima prova delle qualifiche, che dal 5° posto mi ha fatto scivolare al 9° perdendo la possibilità di giocarmi le prime posizioni, ma il nostro sport è così, una singola prova puo’ cambiare tutto, a me ha cambiato in negativo. Ora ci riposiamo un attimo e poi ricominceremo a lavorare in vista del prossimo europeo. La prossima arriveremo più forti con queste condizioni e sperando di trovare anche le mie>>.
<<Bellissima gara – afferma l’atleta delle Fiamme Gialle Daniele Benedetti – soprattutto la Medal Race me la sono giocata con i primi fino all’ultimo, chiudendo con un 4° posto, stavo bene ed è stato bello, anche se purtroppo non è cambiato il risultato finale in classifica generale, dove sono rimasto 10° a 3 punti da Mattia che era davanti a me. Sinceramente non mi aspettavo questo risultato all’Europeo e di regatare tra i primi, con così poco allenamento per l’infortunio di agosto alla mano, sono salito in tavola solo tre settimane fa. Quindi soddisfatto e adesso appena arrivo a casa ricomincio ad allenarmi>>.
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo






Condividi
  • 3
    Shares

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo