Vuole raccogliere fiori per la compagna: fermato dalla Polizia

3 Aprile 2020
Condividi
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

Un civitavecchiese è stato denunciato per essersi recato a Tolfa con questa motivazione. Proseguono i controlli da parte degli uomini del dottor Guiso.

CIVITAVECCHIA – Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Civitavecchia diretto da Paolo Guiso, nei numerosi servizi di controllo messi in atto al fine di contenere i rischi di diffusione del covid-19 hanno effettuato numerosi posti di controllo nel comune di Civitavecchia ed in quelli limitrofi.

Gli agenti impegnati con numerose pattuglie hanno constatato, tramite la compilazione dell’apposito modulo di autocertificazione attestante le motivazioni, gli spostamenti di oltre 110 persone e sono stati controllati 20 esercizi commerciali, risultati in regola con le vigenti disposizioni normative.

Tra le persone controllate sono state elevate 2 sanzioni amministrative, come previsto dall’attuale disposizioni normativa che ha ulteriormente limitato la mobilità dei cittadini.

Ad essere sanzionati un giovane domiciliato a Civitavecchia e fermato nel comune di Tolfa ed un altro ragazzo, civitavecchiese, controllato in città durante la notte.

Singolare la motivazione fornita agli agenti dal giovane fermato a Tolfa.

Il ragazzo agli agenti che lo hanno fermato ha dichiarato, compilando l’apposito modulo di autocertificazione, di essersi recato nel comune collinare per raccogliere dei fiori da regalare alla sua compagna.

Civonline

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


Condividi
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo