Unitus

Unitus. Posticipato il test per ingegneria

30 Agosto 2016
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Posticipato al 16 settembre il test di ingresso a Ingegneria dell’Università della Tuscia. Resta la prenotazione di quanti l’hanno già fatta.

In considerazione della concomitanza con l’Open Day di ateneo, fissato per il giorno 12 settembre 2016, il test di ingresso a Ingegneria Industriale dell’Università della Tuscia è stato posticipato a venerdì 16 settembre 2016, con inizio alle ore 10:00 presso i laboratori informatici di Santa Maria in Gradi. Gli studenti che sono già prenotati non devono registrarsi nuovamente. Gli interessati che non si sono ancora registrati hanno tempo fino alle ore 12:00 del 15 settembre per compilare il modulo di iscrizione disponibile al sito web www.unitus.it/testingegneria. l corso in Ingegneria Industriale dell’ateneo viterbese, che conta oggi circa 300 studenti, prevede un percorso formativo che copre gli ambiti dell’ingegneria meccanica, dell’ingegneria energetica e dell’ingegneria dei materiali, settori in cui la richiesta di occupazione da parte dell’industria è tra le più alte d’Italia. Stando ai dati forniti da Unioncamere, infatti, le assunzioni di ingegneri nel settore industriale hanno avuto nel 2015 un aumento di oltre il 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Già dopo la laurea triennale gli ingegneri della Tuscia avranno la possibilità di lanciarsi nel mondo del lavoro, o potranno decidere di iscriversi ad un corso di laurea magistrale del settore industriale. La stessa Università degli Studi della Tuscia ha all’attivo un corso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica, i cui colloqui di accesso sono previsti per i primi di settembre. Maggiori informazioni sono reperibili sul sito web di ingegneria: http://www.unitus.it/it/dipartimento/deim-ingegneria

 



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •