UNESCO, Cerveteri: alla Necropoli della Banditaccia “Immaginario Etrusco” chiude con il grande Jazz

1 Settembre 2019
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo Cammariere, Giannini, Papaleo e The Legend of Morricone altri due appuntamenti il 6 e 7 settembre

“Sono stati due mesi di grande spettacolo. Artisti straordinari che si sono succeduti offrendoci delle serate emozionanti, che ogni volta hanno fatto registrare il tutto esaurito.Sergio Cammariere, Giancarlo Giannini, Rocco Papaleo, l’orchestra “The Legend of Morricone”. Abbiamo festeggiato i 15anni dal riconoscimento di Cerveteri sito UNESCO tra musica e teatro, all’interno del luogo simbolo della nostra città nel mondo: la Necropoli Etrusca della Banditaccia. A settembre, gli ultimi due spettacoli di questa straordinaria rassegna: due appuntamenti con il grande jazz per chiudere in bellezza una stagione estiva veramente memorabile”. A dichiararlo è Lorenzo Croci, Assessore alla Promozione e Sviluppo Sostenibile del Territorio, presentando i concerti di venerdì 6 e sabato 7 settembre alla Necropoli Etrusca della Banditaccia, inseriti nella rassegna ‘Immaginario Etrusco’, nell’ambito del progetto “ArtCity” finanziato dal Polo Museale del Lazio.

Venerdì 6 settembre, una prima nazionale assoluta aprirà i due giorni di Jazz di Cerveteri. Sul palco di “Immaginario Etrusco”, il fisarmonicista Daniel Mille e il violoncellista Grégoire Korniluk, un viaggio tra straordinarie composizioni originali e brani di Astor Piazzolla.

A seguire, sul palco Jacopo Ferrazza Ensemble con Camille Bertault, un raffinato quintetto che spazia dalla musica contemporanea al jazz, dallʼelettronica alla musica cameristica con spunti teatrali e narrativi. Ad esibirsi Jacopo Ferrazza al contrabbasso, Enrico Zanisi al pianoforte, Alessandro Muller al violoncello, Valerio Vantaggio alla batteria e la voce di Camille Bertault.

Doppio concerto anche nella serata di sabato 7 settembre, appuntamento conclusivo di Immaginario Etrusco. Opening affidato a Pascal Contet, fisarmonicista, e Daniele Roccato, contrabbassista.

Chiude la rassegna, Franco D’Andrea Trio New Things, un terzetto composto dal pianista Franco DʼAndrea, con Enrico Terragnoli alla chitarra ed elettronica e Mirko Cisilino alla tromba. Nuova la musica, così come la formazione, grazie alla perfetta intesa del trio, le combinazioni sonore abbracciano una ampia gamma di riferimenti, dal jazz classico dei primi pionieri allʼAfrica, abbracciando la musica del ‛900. Il tutto, anche negli episodi più̀ astratti, si svolge in una inedita prospettiva, nel segno della leggerezza.

L’ingresso è con biglietto. Il costo è di 6,00 Euro. È possibile prenotare il biglietto sino alla mezzanotte del giorno precedente lo spettacolo, inviando una e-mail all’indirizzo di posta elettronica immaginarioetrusco@beniculturali.it inserendo nome, cognome, numero di telefono e numero di biglietti.



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento