tribunalesito

Tribunale di Civitavecchia, le toghe locali (ri)lanciano l’allarme

2 Aprile 2013

I recenti provvedimenti del Tribunale di  Civitavecchia in attuazione della legge di rideterminazione della geografia  giudiziaria, con l’accentramento degli affari di competenza della sede  distaccata di Bracciano e del Giudice di Pace di Fiumicino, pongono in serio  rischio il servizio di giustizia nel nostro territorio. Le condizioni critiche del nostro Tribunale e  dell’Ufficio del Giudice di Pace di Civitavecchia non consentono, a causa della  scarsità fisiologica di risorse e personale, di poter ricevere e gestire i  flussi di lavoro provenienti da Bracciano e Fiumicino. Infatti, a fronte del  maggior carico di lavoro, non è stato previsto un adeguamento funzionale degli  uffici di Civitavecchia, così da determinare il serio rischio di una chiusura  tombale. Avvocatura Indipendente per la Giustizia, la prima  libera associazione tra avvocati del Foro di Civitavecchia, lancia un segnale di  allarme a tutte le forze politiche e sociali del territorio affinchè venga  impedito che il nostro Tribunale, salvato in extremis nello scorso anno dal  rischio chiusura ed accorpamento, subisca quella stessa sorte che abbiamo voluto  evitare con lo sforzo collettivo di tutti, secondo un disegno precostituito che  dobbiamo impedire che venga a compimento contro la volontà dei  cittadini. Il malfunzionamento o la paralisi del nostro  Tribunale equivarrebbe alla resa, e non possiamo tollerare che Civitavecchia  perda un ulteriore e prezioso presidio di legalità ed imprescindibile  riferimento per i cittadini e le imprese. Per questo motivo, è indetta una conferenza stampa  per il giorno 03 aprile 2013, alle ore 15,00, presso la sede dell’Ordine degli  Avvocati di Civitavecchia, cui invitiamo tutti a partecipare.
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com