“I pendolari che utilizzano quotidianamente il treno sulla linea FR5 Civitavecchia-Roma subiscono da anni notevoli disagi per il sovraffollamento delle vetture, per le carenti condizioni di pulizia, per i guasti agli impianti di riscaldamento delle carrozze, per l’assenza pressoché totale di servizi igienici”

Inizia così l’interrogazione che l’ On. Marietta Tidei ha presentato al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Maurizio Lupi, firmata anche dall’on. Renzo Carella, l’on. Andrea Ferro e l’on. Monica Gragori, eletti nella Provincia di Roma, per chiedere con forza al Ministro invitare la società Trenitalia al rispetto del contratto di servizio e comunque ad un miglioramento dell’offerta e delle condizioni di trasporto, “anche attraverso l’attivazione di un tavolo di confronto con la stessa Trenitalia, la regione Lazio, i Comuni interessati ed i Comitati pendolari, che possa favorire una rapida e concertata soluzione delle problematiche proposte.”

Nell’interrogazione gli Onorevoli descrivono al Ministro le condizioni dei pendolari della linea FL5 le cui condizioni di viaggio abitualmente precarie “diventano addirittura disastrose nel periodo maggio-ottobre quando migliaia di croceristi provenienti dal porto di Civitavecchia, spesso con al seguito pesanti valigie, raggiungono Roma in treno in orari già congestionati dalla presenza dei pendolari”.

Per questo l’offerta di trasporto in direzione Roma, in particolare tra le 7 e le 9 del mattino, appare da anni del tutto insufficiente. Trenitalia non ha rispettato il programma di consegna del nuovo materiale rotabile previsto dal contratto di servizio in scadenza nel 2014; la consegna, nei giorni scorsi, di un unico Vivalto a sei carrozze è un primo segnale di attenzione, ma ancora largamente insufficiente.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com