Il Sindaco di Tolfa Luigi Landi ha emesso un’ordinanza che consente la combustione sul luogo di produzione dei residui vegetali derivanti da sfalci o potature provenienti da attività agricole e forestali. Sostanzialmente si torna alla vecchia normativa. L’atto del primo cittadino va così incontro alle numerose richieste di poter bruciare i derivati vegetali dal lavoro in campagna. L’ordinanza regola così un tema che nei mesi scorsi ha penalizzato tanti agricoltori, impossibilitati a ripulire boschi e terreni. La combustione è dunque consentita in condizioni di sicurezza, a 50 metri dagli edifici e dalle strade. Tra le accortezze da rispettare per evitare multe e denunce, anche quella relativa al rispetto dei castagneti dove è stato lanciato il Torymus: in questi casi la fascia di rispetto è di 1 km. 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com